Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 16 Aprile |
Santa Bernadette Soubirous
home iconChiesa
line break icon

La reliquia del cuore di san Camillo

© Camilliani

Camilliani - pubblicato il 06/03/14

Una riflessione di padre Eugenio Sapori sul culto cristiano riservato alle reliquie

Si è appena concluso il pellegrinaggio della reliquia del cuore di San Camillo a Mesagne e a Cosenza: per l’occasione abbiamo chiesto al camilliano padre Eugenio Sapori, professore ordinario del Camillianum, che significato assume questo “viaggio”, nel quarto centenario della mor­te del Santo, ancora ricco di appuntamenti in diverse diocesi d’Italia
Padre Sapori, che valore ha il pellegrinaggio del Cuore di San Camillo nei luoghi di cura 
L’ospedale – per san Camillo – era “la mistica vigna del Signore” in cui lavorare per servire Gesù nella persona dei malati. In questo importante anniversario diventa allora preferenziale  portare la reliquia del Cuore del Santo nei luoghi in cui ancor oggi è presente lo stesso Signore perché c’è un profondo legame tra l’amore di Camillo per i malati ed il loro desiderio di conforto fisico e spirituale.
L’esposizione della reliquia non è un atto di idolatria o di feticismo, ma ha un profondo ri­svol­to pastorale: perché?
Si tratta di un’espressione che costituisce un prolungamento della vita liturgica della Chiesa, ma sen­za volerla sostituire. È rivivere in altre forme – più popolari e più immediate – la vita di Cristo che non solo si è fatto uomo, ma ha dato se stesso per noi fino alla morte come ci ha insegnato san Ca­millo con la sua vita di dedizione profonda al bene del malato nella totalità della sua persona profondamente segnata nel corpo e nello spirito.
Da dove deriva la tradizione di venerare le reliquie dei Santi e perché è così importante per i cat­tolici?
Fin dall’inizio del cristianesimo la Chiesa ha tenuto in particolare considerazione i corpi dei martiri che avevano testimoniato la loro fede in Cristo, tanto da celebrare l’eucaristia presso i luoghi della loro sepoltura. Con il trascorrere dei secoli si è avuta una uguale prospettiva anche per persone sante, spesso con poteri miracolosi in favore dei malati  dei bisognosi. Anche per tale motivo la religiosità del popolo, in ogni tempo, ha trovato la sua espressione in varie forme di pietà tra cui la venerazione dei ‘resti’ (reliquie) del loro corpo. Si tratta di un legame profondo ricercato e realizzato tra i santi ed i fedeli con riferimenti non solo spirituali ma anche più ‘tangibili’.
La reliquia di San Camillo quale insegnamento spirituale ci lascia?
Il cuore di San Camillo, conservato ancora quasi intatto a quattrocento anni dalla sua morte, lascia un grande insegnamento anche per il nostro tempo, così attento ai ‘messaggi del cuore’. Il messaggio di Camillo si può riassumere molto bene nella frase “più cuore nelle mani” come descritto nel logo del IV centenario: il cuore dice ancora oggi amore, tenerezza, compassione, affetto, dedizione… È un messaggio antico, ma sempre nuovo come ha detto Gesù: Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri (Gv 13,34; cfr. anche 1Gv 2,7-8). È valido non solo per oggi, ma per sempre dal momento che alla fine della  nostra vita saremo giudicati sull’amore: Ero infermo e mi avete visitato… venite benedetti nel mio Regno preparato per Voi (cfr. Mt 25,31-46).

Qui l'articolo

Tags:
cultoreliquiesan camillo de lellis
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
3
WIND COUPLE
Catholic Link
7 qualità per scegliere il partner secondo la Bibbia
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
FEMALE DOCTOR,
La Croce - Quotidiano
Atea e obiettrice di coscienza da 10 anni: “non ce la facev...
6
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni