Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 29 Novembre |
Santa Caterina Labouré
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

La Gran Bretagna è la patria della maternità surrogata

Aleteia - pubblicato il 05/03/14

Il fenomeno è aumentato del 255% negli ultimi 6 anni. Succederà così anche in Italia?

Record di neonati grazie alla maternità surrogata in Gran Bretagna. Secondo i dati ufficiali, diffusi dall”Independent on Sunday‘, il numero di bambini nati da una madre surrogata è aumentato del 255% negli ultimi sei anni nel Paese, in mezzo a crescenti preoccupazioni per il fatto che la legislazione non abbia tenuto il passo con la domanda.

Lo scorso anno – scrive il Corriere Nazionale del 4 marzo – 167 bambini sono stati registrati in Gran Bretagna come nati da una madresurrogata, contro 131 nel 2011. "Un drammatico aumento" rispetto al 2007, quando solo 47 richieste dei genitori sono state depositate per registrare un bambino nato tramite maternità surrogata, secondo la Children and Family Court Advisory and Support Service (Cafcass).

La tendenza al rialzo continua. Nel solo gennaio 2014, 24 bambini sono stati registrati da genitori britannici dopo una maternità surrogata, e questo suggerisce che il 2014 sarà un altro anno record. Questa pratica è legale in UK solo per motivi altruistici, ad esempio a favore di un parente o un amico, e il solo pagamento accettabile è quello di "spese ragionevoli". Questo spinge molti aspiranti genitori a rivolgersi all’estero e a pagare donne disposte ad affittare il proprio utero e portate avanti le gravidanze. 

La maternità surrogata in Italia è proibita dalla legge. Ma gli ultimi casi hanno fatto riaccendere il dibattito sulla liceità del fenomeno. Infatti, sempre più spesso, molte donne che si trovano nella condizione di non poter concepire autonomamente un bambino decidono di recarsi in un paese estero dove è consentita la pratica dell’utero in affitto.

Tags:
bioeticagran bretagnautero in affitto
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni