Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 18 Aprile |
Santa Kateri Tekakwitha
home iconNews
line break icon

La nostalgia per la grande bellezza

© Maïa Cybelle

Aleteia - pubblicato il 03/03/14

Il film di Paolo Sorrentino vince l'Oscar 2014 come migliore film straniero. Ma cos'è veramente "la grande bellezza"?

Dopo il Golden Globe, La grande bellezza di Paolo Sorrentino, vince l’Oscar 2014 come migliore film straniero. 

Ma cos’è veramente la grande bellezza? Non si tratta, come si è detto e scritto, di un film sulla "Dolce vita" romana dei giorni nostri: è innanzitutto un film sulla crisi. La grande bellezza, come scrive Tracce il 14 gennaio, è il film che forse con più drammaticità pone lo sguardo nella tremenda emergenza umana del nostro tempo. Una realtà, quella scenggiata da Sorrentino, dove il desiderio di bellezza sembra totalmente sommerso dalla "goduria mondana": un fascino di plastica, frammentato nella forma e a volte sconnesso dalla realtà quotidiana. Un fascino ingannevole che non impedisce al protagonista, Jep Gambardella, di aprirsi alla vera bellezza e di lasciarla entrare nel suo cuore attraverso ricordi di gioventù e insoliti incontri, talvolta conditi da nostalgia e dolore. 

La grande bellezza è il ritratto di un uomo che cercando la bellezza con la "B" maiuscola, scopre malinconicamente di essersi attardato tra le occupazioni di poco conto di una “vita sedimentata sotto il chiacchiericcio, tra meschinità e sprazzi di bellezza”. Ma è proprio grazie alla sua disponibilità, a volte incomprensibile, (vedi l’intervista nella tenda dell’artista) ad aprirsi a tutto ciò che gli accade intorno, che si rivela la grande bellezza. Infatti l’oggetto descritto nel film non appare mai, ma si lascia svelare tra i dialoghi. Come quello con la vecchissima suora in odore di santità che gli chiede perché, dopo il romanzo giovanile, non avesse più scritto un libro, Jep risponde: «Cercavo la grande bellezza, ma non l’ho trovata». E la suora domanda: «Sa perché mangio sempre radici?». «No. Perché?», chiede Jep. E lei: «Perché le radici sono importanti». Così nella scena successiva Jep è alla ricerca di quelle che sono le "sue" radici: in barca (lui che non lasciava mai Roma), verso l’isola dove da giovanissimo aveva vissuto il suo primo amore per una ragazza «di inesorabile bellezza». La voce del protagonista parla dello «stupore indefinibile della prima volta».

Quello stupore che mette in azione il cuore di Jep, spesso confuso ma sempre assetato della "B" maiuscola.

Tags:
assegnazione oscarbellezzacinemapaolo sorrentino
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
5
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
6
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
7
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni