Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Delitto di via Poma, dove la giustizia terrena non arriva

aleteia ar
Condividi

L'Italia sembra il Paese dei casi irrisolti. Chi farà veramente giustizia?

Il delitto di Simonetta Cesaroni rimarrà senza un colpevole. Lo ha stabilito, dopo 24 anni di processo, la Corte di Cassazione. Dunque un altro giallo senza soluzione in un Paese dove i casi irrisolti continuano a moltiplicarsi.

Mistero Italia
Sono tanti, come scrive Panorama il 27 febbraio, i misteri italiani irrisolti senza un mandante e senza colpevoli. Dal caso Calvi al caso Sindona; dal Piano Solo con il generale De Lorenzo a Gladio e i servizi segreti; dalla Loggia P2 al caso Mattei. Ma a questi intricati fatti di cronaca diventati "Storia senza soluzione", adesso se ne stanno aggiungendo altri, molto più semplici, che rischiano però di passare alla storia come i nuovi” misteri irrisolti: il caso Garlasco, l’omicidio di Yara Gambirasio e da ultimo proprio via Poma.

Davanti a questi casi c'è tanto dolore e molta rabbia soprattutto tra i famigliari e gli amici delle vittime. E nella loro mente frulla sempre la medesima domanda: chi farà veramente giustizia?  

La giustizia divina
Secondo la Bibbia Il concetto di giustizia è determinato a partire dal rapporto con Dio. Sia nell'Antico che nel Nuovo Testamento si ritiene, senza contestazioni, che vi siano uomini giusti i quali compiono la volontà divina nel timore di Dio e nell'amore verso il prossimo. La giustizia di Dio si declina anche come: sofferenza di fronte all'in-giustizia; con-sofferenza di fronte all’oppresso; sofferenza di fronte al fallimento dell'uomo.

E' tipico della concezione biblica della giustizia la "non corrispondenza a un atteggiamento oggettivo", infatti si tratta di un impegno appassionato del giudice in favore di colui il cui diritto è calpestato (le famiglie delle vittime). «Nella Bibbia il giudice non è soltanto una persona che ha la facoltà conoscitiva di esaminare un caso e pronunciare una sentenza; è anche una persona che soffre e pena di fronte all'ingiustizia».

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni