Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 18 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconNews
line break icon

Con la cultura non si mangia? A Torino non ci credono

© Luca Cerabona

Aleteia - pubblicato il 25/02/14

I valori della condivisione e della trasparenza strumenti virtuosi per far ripartire il Bel Paese 

Il 22 febbraio si è svolto l’International Open Data Day, la “giornata internazionale dedicata alla libera circolazione dei dati e alla trasparenza” che ha visto la Fondazione Musei Torino protagonista, prima istituzione museale in Italia a seguire l’esempio dei più grandi musei del mondo, come si legge dal Quotidiano Piemontese del 21 febbraio.

Creazione di valore 
Cosa sono gli Open Data? Sono gruppi di dati che vengono resi liberamente accessibili. Senza limiti di diffusione ed utilizzo. Lo scopo è crearevalore attraverso la progettazione di nuovi software, servizi, prodotti, come riportato sul sito della Fondazione, la quale ha messo a disposizione di tutti gli interessati i cataloghi delle opere, dei restauri e dei prestiti insieme ai dati relativi all’affluenza di visitatori, quelli delle metriche di Google Analytics e dei social media. Una volta condivisi, chiunque potrà sviluppare un progetto in modo da ricavare da questi dati un utile economico.

Condivisione e trasparenza per il rilancio dell’Italia
Gli Open Data potrebbe essere di grande aiuto all’economiaitaliana immersa in una crisi senza fine. Un’idea che nel caso torinese punta, con la naturalezza di cui sembrano deficitarie le istituzioni, su quello che di meglio l’Italia ha da offrire: la cultura. Creare valore attraverso le attività, l’interazione, la collaborazione, la partecipazione dei cittadini: questo dovrebbe essere il compito dello Stato, parafrasando il Foucault del Corso al Collège de France. Condizione necessaria è la libertà, che oggi diventa libertà d’accesso, trasparenza e condivisione, e che potrebbe garantire al nostro Paese la possibilità di esprimere tutto il suo potenziale in un campo in cui, virtualmente, non ha rivali al mondo.

Tags:
condivisionecrisiculturamuseo

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
3
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni