Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Corea del Nord. Un nuovo terzo reich?

© KNS / KCNA / AFP
Condividi

Testimonianze dirette e giudizi politici sulla nazione più controversa al mondo

Condannati a morte (03/11/2013)
80 condanne a morte per diversi i reati tra cui quello di possedere una Bibbia. Le condanne sarebbero state eseguite in pubblico sotto gli occhi anche di alcuni bambini.

Esecuzione publica (11/11/2013)
10.000 persone sono state obbligate ad assistere, all'interno dello Shinpoong Stadium, all'esecuzione di 8 persone: legate a dei pali, con dei sacchi sopra la testa, sono state uccise a colpi di mitragliatrici. La condanna era "hanno guardato film sudcoreani".

Esecuzione dello zio del ditattore (12/12/2013)
Jang Song Thaek zio di Kim. Si occupava soprattutto dei rapporti diplomatici con la Cina. Giustiziato in dicembre dopo essere stato spogliato di tutti i poteri e accusato di 'golpe' contro il nipote. Secondo alcuni media asiatici, che riportano indiscrezioni di forze governative, l'intera famiglia di Jang (bambini compresi) sarebbe stata freddata a colpi di fucile.

Le deportazioni nei Kwan-liso (05/09/2013)
Sono l’equivalente dei gulag sovietici. A oggi sono 23mila le persone che hanno chiesto asilo a Seoul dopo aver affrontato un lungo e rischioso viaggio attraverso il sud-est Asiatico. Molte di loro sono fuggite dai gulag, alcune erano addirittura guardie. Raccontano di esecuzioni sommarie, torture, violenze sessuali e aborti obbligati.

A proposito dei Kwan-liso proponiamo un video con le testimonianze dirette di chi è riuscito a fuggire da questo incubo  

Hanno collaborato Ary Ramos, Corrado Paolucci, Solène Tadìe, Clarissa Oliveira

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni