Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 30 Novembre |
San Francesco Antonio Fasani
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

“Enciclopedia del Dolore” tedesca: il dolore fetale è un dato scientifico

Ethan H

Catholic News Agency - pubblicato il 18/02/14

Il dr. Carlo Bellieni conferma che i feti possono soffrire già alla 20ma settimana dal concepimento

Un nuovo capitolo pubblicato dal dottor Carlo Bellieni su una prestigiosa enciclopedia tedesca esplora la questione del dolore fetale, affermando che è un fatto provato che i concepiti riescono a provare dolore fin dalla 20ma settimana di gestazione.

“I feti possono provare dolore. Potremmo definirlo meglio, ma è un dato di fatto scientifico”, ha spiegato Bellieni in un'intervista del 14 febbraio alla CNA.

“Non conosciamo ancora il momento esatto dal quale è possibile la sensazione di dolore, ma le prove ci permettono di dire che avviene dalla 20ma-22ma settimana dal concepimento”.

Il dr. Bellieni è neonatologo e bioeticista ed è membro della Pontificia Accademia per la Vita. È segretario del Comitato di Bioetica della Società Italiana di Pediatria e membro del direttivo nazionale dell'associazione Scienza e Vita.

Autore di numerose ricerche sullo studio del dolore nei neonati e nei bambini, ha ora pubblicato un capitolo nella seconda edizione dell'“Enciclopedia del Dolore” tedesca studiando la questione del dolore fetale.

“È uno dei manuali più autorevoli in questo campo e raccoglie saggi di quasi tutti i principali ricercatori del settore”, ha indicato, spiegando che la pubblicazione di un capitolo sul tema del dolore fetale “è il riconoscimento della questione da parte della comunità scientifica”.

Nell'abstract del capitolo, pubblicato su The Journal of Maternal-Fetal and Neonatal Medicine, Bellieni afferma che “la maggior parte degli studi endocrinologici, comportamentali ed elettrofisiologici del dolore fetale viene realizzata nel terzo trimestre, e sembra concordare sul fatto che nel terzo trimestre il feto può provare dolore”.

“La presenza del dolore fetale nel secondo trimestre è meno evidente”, ha aggiunto, e anche se “la maggior parte degli studi lascia intravedere la possibilità di dolore fetale nel terzo trimestre di gestazione non possiamo escludere la sua presenza crescente fin dall'inizio della seconda metà della gravidanza”.

Esprimendo la sua “speranza” che questo capitolo aiuti a promuovere “un trattamento migliore dei concepiti, iniziando da quello durante la chirurgia fetale”, Bellieni ha indicato che “molti feti vengono sottoposti a interventi chirurgici per curare varie malattie quando sono ancora in utero, e meritano di non provare dolore durante queste procedure”.

Riferendosi all'effetto che le prove scientifiche presentate in questo capitolo avranno sull'attuale dibattito sull'aborto, Bellieni ha poi commentato che “il tempo risponderà alla domanda”; “le prove che i feti possono provare dolore nella seconda metà della gravidanza”, ad ogni modo, “possono favorire interessanti riflessioni in molte persone”.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
bioeticagravidanzamedicina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni