Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Via libera alla causa di beatificazione di don Benzi, il prete delle prostitute

© DR
Condividi

Il primo passo sarà l’avvio della causa a livello diocesano a Rimini

Via libera: la causa di beatificazione di don Oreste Benzi può partire
La firma sul documento ufficiale – arrivato a due mesi dalla richiesta della diocesi di Rimini – è del prefetto del dicastero vaticano, il cardinale Angelo Amato. Il primo passo del processo per la beatificazione dell’«infaticabile apostolo della carità» (come l’aveva definito Benedetto XVI) sarà l’avvio della causa a livello diocesano a Rimini.  Il vescovo Francesco Lambiasi ha ricevuto un ricco dossier riguardante don Benzi: 26 libri, 146 volumi di Pane Quotidiano. Il bimesttra nel quale don Oreste commentava le letture della Messa, migliaia di articoli, decine di video e audio e gli interventi del «prete dalla tonaca lisa» in televisione. (Avvenire,13 febbraio)

"Abbiamo il cuore pieno di gioia"
Giovanni Ramonda, responsabile generale della comunità 'Papa Giovanni XXIII'  è raggiante di gioia "Questo è un importante riconoscimento della Chiesa che ci spinge ad impegnarci ancora di più nel vivere quell'amore a Gesù e ai poveri che don Oreste ci ha trasmesso con l'insegnamento ma soprattutto con la vita". (Libero, 14 febbraio)

Vox popoli, vox Dei
La postulatrice della causa, la teologa Elisabetta Casadei, ha inoltre allegato alla documentazione un centinaio di lettere che sollecitavano la causa per il sacerdote morto il 2 novembre 2007. Nell’elenco figurano nove cardinali (tra cui Tonini, Bagnasco, Ruini, Scola e Comastri), oltre 50 tra vescovi e arcivescovi, vari movimenti ecclesiali. Almeno cento le persone inizialmente da ascoltare tra quelle più vicine al sacerdote. Tra queste il presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali (per anni suo segretario) e il presidente della comunità Papa Giovanni XXIII (fondata dallo stesso don Benzi), Paolo Ramonda. Successivamente toccherà alle persone che dicono di essere guarite da gravi malattie grazie all’intercessione di don Oreste invocato in preghiera.

In tutto il mondo
Fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII, il sacerdote si è occupato per tutta la vita di persone disabili, barboni, tossicodipendenti, prostitute (strappandone a decine dal marciapiede), emarginati, sorretto da intuizioni geniali nei confronti dei giovani, ai quali proponeva un «Gesù simpatico», e nella certezza che «per stare in piedi, bisogna saper stare in ginocchio» con la preghiera. Oggi la comunità è composta da 41.000 persone ed è diffusa in oltre 20 paesi.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni