Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconApprofondimenti
line break icon

Piccoli imprenditori suicidi: il silenzioso dramma del nostro tempo

© Monkey Business Images

Emanuele D'Onofrio - Aleteia - pubblicato il 12/02/14

Perché i media sono così indifferenti a questa tragedia?

Pedrazzini: Innanzitutto perché i media ricevono i soldi dai poteri forti. La nostra categoria, ma io ci metto dentro anche i commercianti, gli autonomi, i precari, i disoccupati, gli artigiani, siamo tutti vittime della crisi, ma questa è una cosa che non si deve sapere. Parlano di ripresa: ma dove? Dove? Quando vedi sei suicidi al giorno, dov’è la ripresa? Vogliono farti credere che ci sia ma in realtà non c’è. Noi piccoli non abbiamo nessuna corporazione dietro a difenderci.

Ma chi può avere interesse a distruggere la piccola imprenditoria?

Pedrazzini: Probabilmente chi ci comprerà per un tozzo di pane, perché noi abbiamo il Know-how che altri non hanno. Ci prenderanno le nostre conoscenze, la nostra storia che ha 2000 anni. Non siamo i cinesi, che hanno una lunghissima storia ma sono cresciuti nella schiavitù; noi italiani siamo la culla del diritto, abbiamo avuto geni e artisti, questo lascia un segno nel nostro di DNA. Il made in Italy si fonda su questo: oggi non abbiamo che le nostre mani e le nostre idee da dare in garanzia, ma alle banche non basta.

Qual è la tua storia di imprenditrice?

Pedrazzini: L’azienda è nata da mio padre. Mancato lui, ora siamo io e mio fratello che combattiamo contro i mulini a vento. Il credito bancario è venuto meno. Non abbiamo più possibilità di anticipo, di sconto delle fatture dei lavori che facciamo. Paradossalmente siamo pieni di lavoro, però abbiamo pochissima liquidità, se non quella che ci arriva dai pagamenti delle fatture, che sono sempre in ritardo per cui si va in ritardo anche con le commesse. È un gatto che si morde la coda. Resistiamo perché abbiamo grande preparazione e lavoriamo in un settore di nicchia, però chiaramente dobbiamo far fronte anche ai debiti che abbiamo contratto non avendo soldi per pagare tasse, contributi e quantaltro. Sono mesi che io e mio fratello non prendiamo lo stipendio: abbiamo sempre agevolato il personale senza prenderlo noi.

Cosa impedisce l’esplodere di una protesta eclatante?

Pedrazzini: La paura. Si convive con la paura del postino, del telefono, del citofono dell’ufficiale giudiziario. Ti possono arrivare in qualunque momento con ordini di accesso, possono pignorarti tutto, metterti la casa all’asta. È vero che ora c’è questa normativa per cui Equitalia non può più pignorarti la prima casa, ma lo possono fare le banche. E chi non ce la fa e si toglie la vita non è un debole, è uno che non ce la fa più a sopportare la paura e la vergogna di tornare a casa e guardare in faccia la moglie e i figli. Anche perché è difficile che un padre di famiglia comunichi a moglie e figli questi problemi, tende a volerli cancellare quando arriva a casa. Ma questo è un errore, perché non condividere le cose con chi si ama induce all’isolamento totale.

Ti aspetti un cambiamento, di che genere?

Io sono entrata nel movimento 9 dicembre, speravo in questa protesta. Ora leggo che questo movimento è “sotto la protezione” del Vaticano. Si sono rifugiati nella Basilica di S. Maria Maggiore a Roma, perché il sindaco Marino non ha concesso nessuno spazio. Io credo che il Papa dovrebbe intervenire, con una voce forte, a chiare lettere. Il fatto che si siano rifugiati nella Basilica, e dormono per terra la dice lunga. Perché la politica non ci aiuta, la corruzione è dappertutto, e noi siamo l’ultima ruota del carro, solo che siamo quelli che muoiono.

Che cos’è Speranzaallavoro?

Federico: Speranzaallavoro nasce due anni fa, con le prime vittime dell’indifferenza, gente che chiudeva le proprie aziende e persone che restavano a casa. Il 15 ottobre del 2011 dal distretto del Trevigiano, una delle zone più importanti dal punto di vista industriale, abbiamo lanciato questa campagna contro l’indifferenza nei confronti del lavoro. Abbiamo presentato una pergamena a Zaia, governatore del Veneto, con sette metri di carta pieni di firme e alcune proposte che ovviamente non sono state accolte. In seguito, insieme ad alcuni familiari di vittime della crisi abbiamo costituito Speranzaallavoro, proprio per praticare una solidarietà nei confronti delle persone che si sentivano lasciate sole, vittime dell’ingiustizia di non essere pagate da un Comune, Provincia o Stato per un lavoro svolto.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
crisi economicalavoro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni