Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 18 Giugno |
San Gregorio Barbarigo
home iconNews
line break icon

Cosa sono i neodiritti?

DR

Aleteia - pubblicato il 12/02/14

Alcuni gruppi vogliono imporre a tutti la propria visione della vita senza possibilità di critica

di Profesionales por la Ética

In questa sede ci siamo riferiti di recente ai neodiritti in relazione all’ideologia di genere, ma questo concetto ha più dimensioni, che abbiamo esposto il 2 febbraio nella Marcia Europea per la Famiglia e l’Infanzia:

Con il neodiritto per cui la donna dispone del proprio corpo (come se non ne disponesse in ciascuna delle sue azioni), senza “imprevisti” che le ricordino le sue differenze con l’uomo, si viola il diritto fondamentale alla vita di bambini che non potranno mai lamentarsi né esigere di essere difesi da questi diritti che difendono tutti.

Con il neodiritto ai nuovi modelli di famiglia e la loro equiparazione al matrimonio, si diluisce e si sminuisce la cellula fondamentale della società, le cui origini e la cui ragione non sono un’invenzione umana senza senso, ma una strategia biologica per la sopravvivenza e il benessere della prole.

Con il neodiritto ad adottare bambini da parte di coppie omosessuali, si dimentica il diritto fondamentale dei minori a un padre e a una madre, e al contesto più naturale e benefico possibile per la loro formazione.

Con il neodiritto statale a imporre una visione etica e morale controversa fin dalla tenera età, si dimentica il diritto dei genitori di educare i figli in base alle proprie convinzioni e il diritto dei bambini di essere bambini.

Con il neodiritto di alcuni gruppi a imporre a tutti la loro visione della vita senza possibilità di critica, perdiamo tutti la libertà d’espressione e di pensiero (Rapporto Lunaceck).

Perché crediamo che la democrazia debba permettere la libertà d’espressione e di convinzioni, perché vogliamo continuare ad essere liberi, perché vogliamo continuare a educare i nostri figli in base alle nostre convinzioni, perché crediamo nel matrimonio come base naturale di una società, perché vogliamo che i bambini abbiano diritto a una famiglia che permetta il loro sviluppo nelle condizioni più idonee.

Perché crediamo fermamente che l’ideologia di genere, con il suo progressivo inserimento sociale fin dalla più tenera età, non ci porta a una società migliore, ma il contrario. Professionisti di vari settori si uniscono alla mobilitazione europea a favore del matrimonio naturale e del diritto dei bambini di avere un padre e una madre.
Come giuristi, difendiamo il fatto che la legge protegga i minori e fornisca loro un riferimento maschile e femminile chiaro e stabile.

Allo stesso modo, affermiamo che la famiglia costituita da un uomo e una donna è la base della società e merita un riconoscimento giuridico e un trattamento sociale e politico preferenziale.

Come educatori, ci ribelliamo di fronte alle imposizioni ideologiche nelle scuole per snaturare la realtà e mettere in discussione l’identità sessuale dei bambini e dei giovani arrivando, con il pretesto dell’uguaglianza di genere, all’estremo di non permettere ai bambini di giocare a calcio nel cortile della scuola.

Come professionisti sanitari, proclamiamo che l’educazione sessuale imposta dalle amministrazioni negli ultimi anni è stata un fallimento assoluto che ha provocato solo infelicità, gravidanze di minori e aumento del numero di aborti chirurgici e farmacologici.

Come cittadini, esigiamo che nella legislazione spagnola venga ristabilita l’istituzione matrimoniale, con tutti i benefici che la società le deve e con l’esclusività per l’adozione di minori.

Combatteremo la perversione dei diritti umani, strumentalizzati da minoranze antifamiglia, come la lobby omosessuale, che vogliono imporsi alla società con la forza dei vecchi totalitarismi.

Articolo di Alicia V. Rubio Calle

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
diritti umaniideologia gender
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
7
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni