Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La genetica: un insieme di leggi infallibili che parlano del Creatore

@DR
Condividi

Scienziati, storici, scrittori e filosofi si incontrano per rinsaldare, sulle orme di Mendel, l’unità naturale di scienza e fede

Dottor Bartelloni, che mondo era quello degli “scienziati in tonaca”, cioè quello del monachesimo?

Bartelloni: Era un mondo completamente diverso, pieno di curiosità nei confronti della realtà che l’uomo si trovava di fronte. L’uomo di quel periodo era profondamente religioso, quasi naturalmente religioso, eppure arrivavano ad investigare la realtà con una grande libertà, con una grande serenità. A quei tempi alla dicotomia scienza-fede non ci si pensava nemmeno. Gli uomini di quel tempo vivevano la loro vita in modo molto normale, non pensavano di costruire nulla, mentre costruivano una civiltà. Non ci pensavano, erano uomini di fede. Tornando molto indietro penso a tutti i monaci che ricopiavano i vecchi testi arabi, greci, vivevano la loro vita alla ricerca di Dio, e quello che facevano lo facevano in questa prospettiva. Non pensavano di contribuire alla nascita di una civiltà. La separazione tra scienza e fede non esisteva. La loro vita era un investigare il Creato. Questo poi porta alla nascita delle università, che nascono tutte in ambito religioso. Come anche le scuole: chi poteva studiare andava in quelle scuole gestite da religiosi, perché nessun altro aveva in mente l’istruzione. Studiavano filosofia, teologia, matematica, scienze, fisica: oggi sono tutti corsi di laurea diversi. Tra gli scienziati più recenti, pensiamo anche a Georges Lemaitre, un gesuita belga che è stato il primo a teorizzare il Big Bang, preso in giro dai contemporanei all’epoca. C’è stata sempre nel passato questa voglia di scoprire la realtà che ha portato ai progressi delle scienze. Lo stesso Mendel era una persona molto curiosa.


Di seguito il calendario, aggiornabile, dei “Mendel day”:

– 14 febbraio, Brescia:
Umberto Fasol (biologo): Da Mendel a Lejeune: scienza, genetica e fede
Giulio Fanti (ingegnere): La sindone, tra scienza e fede
Ore 20.30, Scuola "V. Chizzolini": Piazza Caduti della Libertá, 6 – 25168 Sarezzo (Brescia)

– 21 febbraio: Piacenza
Francesco Agnoli (storico): Da Mendel a Lejeune: scienza, genetica e fede
Massimo Gandolfini (neuroscienziato, vice presidente di Scienza & vita nazionale): “Chi è l’uomo perché te ne curi?” Il contributo delle neuroscienze
Ore 20.45, parrocchia santi Angeli Custodi, Via Trebbia 89, Piacenza

– 21 febbraio: Vittorio Veneto
Umberto Fasol (biologo): Da Mendel a Lejeune: scienza, genetica e fede
Giulio Fanti (ingegnere ): La sindone, tra scienza e fede
Ore 20.30, ridotto del Teatro Da Ponte, in Via Martiri della Libertà 36 (Vittorio Veneto)

– 28 febbraio, Verona
Francesco Agnoli: Da Mendel a Lejeune: scienza, genetica e fede
Massimo Gandolfini (neuroscienziato, vice presidente di Scienza e vita nazionale): Chi è l’uomo perché te ne curi? Il contributo delle neuroscienze
Ore 20.30, Istituto Alle Stimmate, via Carlo Montanari 1/3, Verona

– 1 marzo: Arezzo
Lorenzo Schoepflin: La nascita della scienza nell’Europa Cristiana
Ore 16, parrocchia del Sacro Cuore – Piazza Giotto, Sala Rossa

– 7 marzo: Siena
Enzo Pennetta (naturalista): Da Mendel a Lejeune: scienza, genetica e fede
Carlo Bellieni (neonatologo): Sento dunque sono (la scienza e la vita prenatale)
Ore 21, 15, Centro Culturale Benedetto XVI – Via Aretina, 174 – Siena
A cura di Scienza & Vita Siena

– 8 marzo: Conegliano Veneto:
Lorenzo Bertocchi: Da Mendel a Lejeune: scienza, genetica e fede
Renzo Puccetti: Vero e verosimile, il caso scientifico della contraccezione
Ore 10, auditorium Toniolo, via Galilei, Conegliano Veneto

-13 marzo: Cognola (Trento)
Carlo Curcio, Gregor Mendel: genetica, scienza e fede
Dottor Conti, neoruscienziato
Ore 20.30, Sala Polivalente del Centro Civico di Cognola (Trento).

-15 marzo: Pavia
Paolo Musso, La scienza e l’idea di ragione
Intervento su Mendel; intervento su Spallanzani

-21 marzo: Imola
Francesco Agnoli, Da Mendel a Lejeune: scienza, genetica e fede
Massimo Gandolfini, Chi è l’uomo perché te ne curi? Il contributo delle neuroscienze
Ore 18, Oratorio Santa Caterina, via Cavout 2/e, Imola (Bo)

21 Marzo: Milano
Paolo Musso, La scienza e l’idea di ragione
Marco Bersanelli
Ore 16.45, Università degli Studi: via Festa del Perdono, 7 – Milano (metro fermata Duomo o Missori). Aula 104

-29 marzo: san Giovanni Rotondo (Foggia)
Gennaro Cera: Gregor Mendel: genetica, scienza e fede
Seguiranno altri interventi
Presso Cenacolo S. Chiara (info: 3387250836)

Altri Mendel day in programma: Roma (Pennetta….), Brindisi, Cremona, Pontremoli (Bartelloni…), Genova (Coviello-Timossi), La Spezia (Coviello-Timossi)

Per info: www.mendelday.org; mendelday@mendelday.org

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.