Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconChiesa
line break icon

La vicenda Vatileaks potrebbe non essere del tutto chiusa

© VINCENZO PINTO/AFP

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 07/02/14

I dubbi dell'ex segretario di Stato, Tarcisio Bertone, che preannuncia l'intenzione di scrivere le sue memorie

Un anniversario di veleni: è quello che teme il vaticanista Andrea Tornielli (Vatican Insider 7 febbraio) a proposito dell'intervista rilasciata a Tgcom 24 dall'ex segretario di Stato, cardinale Tarcisio Bertone, a ridosso dell'anniversario della rinuncia all'esercizio del ministero petrino di Benedetto XVI avvenuta lo scorso 11 febbraio.

“Spero che il Vatileaks sia una pagina ormai chiusa, anche se può darsi che ci siano ancora dei documenti che sono lì in riserva per esser buttati fuori” ha detto Bertone davanti alle telecamere di TgCom24, intervistato da Fabio Marchese Ragona. Il cardinale ha spiegato che “quello del Vatileaks è stato un periodo di grande sofferenza, fin troppo lungo di sofferenza per il Papa e per i suoi più vicini collaboratori. Soprattutto per la mancanza di amore alla Chiesa che si percepiva in tutte queste azioni e pubblicazioni di documenti che dovevano restare riservati per permettere anche un dialogo interno alla Chiesa per correggere certi comportamenti”. Allo stesso tempo, tuttavia, secondo Bertone questo momento così difficile “ha suscitato una grande corrente, direi una linea ad alta tensione di preghiera, di vicinanza e di solidarietà con il Papa e con la Santa Sede”.

Interrogato in merito alla vicenda Ior – la commissione cardinalizia di vigilanza sull'istituto di cui Bertone era presidente è stata rinnovata da Papa Francesco prima della scadenza -, l'ex segretario di Stato ha rilevato che “nei decenni passati ci sono stati comportamenti deplorevoli che hanno gettato ombre sull’Istituto per le Opere di Religione”. Negli ultimi anni, però “si era avviato un lavoro di ripulitura, di riassestamento amministrativo anche con le nuove leggi sull’antiriciclaggio e con l’adeguata vigilanza sulla clientela dello Ior”. “Io credo – ha affermato Bertone – che sia stato un lavoro che ha portato a molta trasparenza e che adesso credo stia crescendo con la spinta di Papa Francesco e della commissione referente da lui istituita. Credo quindi che questo istituto abbia realizzato le finalità istituzionali e possa continuare a realizzarle per il bene della Chiesa universale e non per un gruppo di clienti o dipendenti della Santa Sede”.

Nell'intervista l'ex Segretario di Stato, oltre a preannunciare la pubblicazione di “un libretto su fede e sport”, rivela anche l'intenzione di scrivere le sue memorie: “Ho un archivio molto ricco, per cui posso rivedere, ritrascorrere questi anni con una documentazione obiettiva dei fatti accaduti, e dare una rilettura che forse sarà utile per rimettere a posto alcune interpretazioni che forse sono andate anche fuori dalle righe”.

Il primo anniversario del coraggioso gesto della rinuncia di Papa Ratzinger potrebbe dunque, sottolinea Tornielli “essere segnato dai veleni”. Attraverso “la notifica di possibili nuovi leaks (nuovi nel senso di inediti, ma comunque usciti nel 2012, sembra di capire dalle parole di Bertone). E soprattutto con la rappresentazione a tinte fosche di una Curia dilaniata da tradimenti, lotte di potere e cordate nel periodo finale del pontificato ratzingeriano che emerge dal libro di Nicolas Diat appena pubblicato in Francia, intitolato «L’homme qui ne voulait pas être pape – histoire secrète d’un règne (Albin Michel editore)” (Vatican Insider 7 febbraio).

Tra poco più di un mese si festeggerà anche il primo anniversario dell'elezione di Papa Francesco, il pontefice scelto dai cardinali “quasi dalla fine del mondo” per mettere mano ad una serie riforme necessarie alla Chiesa. Ci riuscirà? “Spero di sì – ha auspicato Bertone nell'intervista a Tgcom 24 – perchè ha questo progetto, perché dalla sua esperienza di vescovo e di cardinale delle chiese di periferia e dal suo contatto con Roma ha maturato la visione di una necessità di alcuni cambiamenti. Ma per una riforma simile ci vuole molto studio, ci vuole confronto tra i diversi soggetti interessati, direi quelli delle chiese particolari e della Santa Sede. E poi bisogna anche progettare organicamente, non bisogna avere fretta, bisogna dare tempo al Papa per queste riforme!”.

Tags:
dimissionipapa benedetto xvipapa francescoriforma curiavatileaks
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni