Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
home iconNews
line break icon

Papa Francesco riceve la madre di un condannato a morte

© ServizioFotograficoOR/CPP

Ary Waldir Ramos Díaz - Aleteia - pubblicato il 06/02/14

Lidia Guerrero ha chiesto la mediazione del pontefice contro la pena di morte e la discriminazione razziale

Questo mercoledì papa Francesco ha ricevuto in udienza Lidia Guerrero, la madre di Víctor Hugo Saldaño, il giovane argentino che da 17 anni si trova nel braccio della morte in Texas.

Lidia Guerrero ha salutato il papa chiedendogli di intervenire contro la pena di morte e la discriminazione razziale.

Saldaño, 39 anni, è stato condannato per l'omicidio del venditore di computer Paul Ray King, avvenuto il 25 novembre 1995 alla periferia di Dallas.

Juan Carlos Vegas, l'avvocato di Saldaño, ha detto ad Aleteia che il papa ha avuto parole di misericordia verso la madre del condannato. Secondo Vega, il papa ha assicurato loro la propria vicinanza e li ha esortati a continuare a lottare per la causa diSaldaño, che, ha dichiarato, “vale la pena”.

Papa Francesco ha detto alla madre del condannato di aver “pregato molto per questo cordobés”, riferendosi al termine usato per le persone di Córdoba, la città argentina di cui è originaria la famiglia.

Dopo l'udienza, Lidia Guerrero è rimasta emozionata e “senza respiro”, ha reso noto l'avvocato mentre andava in albergo per farla riposare. Vega ha anche detto ad Aleteia che Saldaño soffre di disturbi mentali per le condizioni del braccio della morte.

L'avvocato confida nel fatto che il papa interceda per il prigioniero presso il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che visiterà la Santa Sede il 27 marzo, per fermare la pena capitale e perché si rispetti la sentenza della Corte Suprema di Giustizia, che ha emesso una sentenza a favore del giovane argentino considerando il verdetto “viziato a livello processuale” per motivi di “discriminazione razziale”.

La madre di Saldaño ha intrapreso una battaglia legale che dura da quasi vent'anni perché suo figlio venga trasferito in una prigione comune. Dopo l'ultima sentenza negativa della giustizia statunitense, la famiglia attende un nuovo pronunciamento da parte del Tribunale dell'Organizzazione degli Stati Americani.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
papa francescopena di morte
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MARIA DEL MAR
Rodrigo Houdin
È stata abbandonata in una discarica, ma ha c...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CHARLES
Anna Ashkova
La preghiera del Beato Charles de Foucauld da...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni