Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Gennaio |
Conversione di Paolo
home iconNews
line break icon

Medici pentiti: “Stiamo abusando della fecondazione assistita”

© Michael Zysman

Aleteia - pubblicato il 06/02/14

L’amara confessione di quattro esperti dell’Evidence Based IVF evidenzia le criticità, sempre più frequenti, della fecondazione artificiale

L’inseminazione artificiale sta portando più problemi che benefici. È la constatazione che emerge da diverse ricerche scientifiche, l’ultima pubblicata sul British Medical Journal, una delle più autorevoli riviste medico-scientifiche del mondo.

I COSTI SUPERANO I BENEFICI. Dal 1978 ad oggi si stimano circa 5 milioni di bambini nati nel mondo con la fecondazione assistita. Ma negli ultimi anni – si legge su Tempi.it del 5 febbraio – il 30% di tutte le domande di fecondazione, presentate e accettate, arriva da persone con problemi di «infertilità inspiegabile» e la maggior parte di queste coppie concepisce naturalmente «prima di iniziare i cicli». Ecco perché gli autori della ricerca si chiedono se in certi casi i costi economici e psicologici del trattamento non superino «i benefici» e se la fecondazione sia somministrata «senza necessità».

FOR PROFIT. E questa mancanza di volontà dipende da un fattore preciso: «La fecondazione si è sviluppata in molte parti del mondo come un’industria che genera profitto (…), che non si preoccupa di fare analisi a lungo termine sulla salute delle madri e dei bambini. Questo è vero non solo per le cliniche private ma anche per le istituzioni accademiche, che hanno ottenuto ingenti guadagni economici».

PIU’ BAMBINI MALATI. La ricerca continua affermando che i «bambini sani concepiti grazie alla fecondazione hanno più probabilità rispetto ai bambini concepiti naturalmente di soffrire di pressione alta, obesità, livelli di glucosio anormali e disfunzioni vascolari». La «mancanza di volontà» di affrontare questi problemi, secondo gli studiosi, «sta impedendo il progresso della fecondazione».

COMPLICAZIONI NEL PARTO. E nel momento della nascita? Quando si opta per una scelta simile vi è un grande rischio di gravi complicazioni che è due volte superiore rispetto a un concepimento normale. Tra queste vi sono il parto prematuro, il basso peso alla nascita o peggio, il feto morto o la morte neonatale. Una simile affermazione arriva da un’altra ricerca – commentata su La Stampa del 14 gennaio – proveniente dai ricercatori della University’s Robinson Institute che hanno confrontato i risultati di oltre 300mila nascite nell’Australia del sud, per un periodo di circa diciassette anni. Tra queste, oltre 4.300 erano frutto di fecondazione assistita.

RISCHIO TUMORE. Anche nella fase di crescita del bimbo la fecondazione assistita presenta grandi rischi. La pratica infatti è associata a un rischio maggiore di cancro nei bambini nati grazie alle varie tecniche utilizzate per stimolare le gravidanze. A dirlo è una vasta revisione sistematica prodotta dai ricercatori del Danish Cancer Society Research Center di Copenaghen guidati dalla dott.ssa Marie Hargreave e riportata su Italiasalute.it.

L’analisi ha preso in esame 25 studi pubblicandone il resoconto su Fertility and Sterility. I dati dimostrano che i bambini nati dopo un trattamento di fecondazione assistita hanno un rischio maggiore del 33% di sviluppare un tumorepediatrico, con picchi evidenti per i tumori ematologici (59% in più) e del sistema nervoso centrale (88% in più).

Tags:
bioeticafecondazione assistita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni