Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 29 Novembre |
Santa Caterina Labouré
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco: Gesù sia sempre al centro, no a chiusure e rigidità

Jean Marie HEIDINGER/CIRIC

Alessandro Gisotti - Radio Vaticana - pubblicato il 02/02/14

Nella Messa in San Pietro per la 18.ma Giornata mondiale della Vita consacrata

Le candele benedette dal Papa, la processione nel cuore della Basilica petrina, mentre il coro canta “O luce radiosa, eterno splendore del Padre”. E’ iniziata in questo modo fortemente simbolico la Messa per la Giornata della Vita Consacrata. Nell’omelia, il Papa si è soffermato sull’immagine proposta dal Vangelo: la Presentazione di Gesù al Tempio. Un avvenimento, ha detto, che si può definire festa dell’"incontro tra Gesù e il suo popolo", ma anche incontro tra i giovani, Maria e Giuseppe con il loro neonato e gli anziani Simeone e Anna. I genitori di Gesù, ha osservato il Papa, “hanno la gioia di osservare i precetti di Dio”, “la gioia di camminare nella Legge del Signore!”:

“Sono due sposi novelli, hanno appena avuto il loro bambino e sono tutti animati dal desiderio di compiere quello che è prescritto. E questo non è un fatto esteriore, non è per sentirsi a posto, no! E’ un desiderio forte, profondo, pieno di gioia. E’ quello che dice il Salmo: ‘Nella via dei tuoi insegnamenti è la mia gioia… La tua legge è la mia delizia’”.

Gli anziani, dice invece San Luca, “erano guidati dallo Spirito Santo”. Di Simeone si narra che “era un uomo giusto e pio, che aspettava la consolazione di Israele”. Di Anna, dice che era una “profetessa”, “ispirata da Dio”:

“Insomma, questi due anziani sono pieni di vita! Sono pieni di vita perché animati dallo Spirito Santo, docili alla sua azione, sensibili ai suoi richiami”.

Il Papa ha così approfondito il significato di questo incontro “tra i giovani pieni di gioia nell’osservare la Legge del Signore e gli anziani pieni di gioia per l’azione dello Spirito Santo”:

“E’ un singolare incontro tra osservanza e profezia, dove i giovani sono gli osservanti e gli anziani sono i profetici! Ma sembra al rovescio, no? Una cosa differente. In realtà, se riflettiamo bene, l’osservanza della Legge è animata dallo stesso Spirito, e la profezia si muove nella strada tracciata dalla Legge. Chi più di Maria è piena dello Spirito Santo? Chi più di lei è docile alla sua azione?”.

Proprio alla luce di questa scena evangelica, ha affermato, “guardiamo alla vita consacrata come ad un incontro con Cristo”:

“E’ Lui che viene a noi, portato da Maria e Giuseppe, e siamo noi che andiamo verso di Lui, guidati dallo Spirito Santo. Ma al centro c’è Lui. Lui muove tutto, Lui ci attira al Tempio, alla Chiesa, dove possiamo incontrarlo, riconoscerlo, accoglierlo, abbracciarlo”.

Gesù, ha detto il Papa, “ci viene incontro nella Chiesa attraverso il carisma fondazionale di un Istituto”, aggiungendo che “è bello pensare così” alla propria vocazione!:

“Il nostro incontro con Cristo ha preso la sua forma nella Chiesa mediante il carisma di un suo testimone, di una sua testimone. Questo sempre ci stupisce e ci fa rendere grazie.E anche nella vita consacrata si vive l’incontro tra i giovani e gli anziani, tra osservanza e profezia. Non vediamole come due realtà contrapposte!”.

“Lasciamo piuttosto che lo Spirito Santo le animi entrambe – ha esortato – e il segno di questo è la gioia: la gioia di osservare, di camminare in una regola di vita”. La gioia, ha soggiunto, “di essere guidati dallo Spirito, mai rigidi, mai chiusi, sempre aperti alla voce di Dio che parla, che apre, che conduce, che ci invita ad andar verso l’orizzonte”:

“Fa bene agli anziani comunicare la saggezza ai giovani; e fa bene ai giovani raccogliere questo patrimonio di esperienza e di saggezza e portarlo avanti, non per custodirlo in un museo. No, no, no! Per portarlo avanti con le sfide che la vita ci pone, ci dà. Portarlo avanti per il bene delle rispettive famiglie religiose e di tutta la Chiesa”.

Tags:
papa francescovita consacrata
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
FIRST CENTURY HOUSE AT THE SISTERS OF NAZARETH SITE
John Burger
Archeologo britannico pensa di aver trovato l...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Pape François audience
Gelsomino Del Guercio
"Benedizione Urbi et Orbi del Papa". Attenti,...
Amy Brooks
5 ragioni per cui indosso la Medaglia Miracol...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni