Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 30 Novembre |
Sant'Andrea
home iconChiesa
line break icon

Tommaso e Francesco ci invitano a guardare la realtà con gli occhi di Cristo

© SC Designs/SHUTTERSTOCK

Ary Waldir Ramos Díaz - Aleteia - pubblicato il 31/01/14

“Le persone pratiche e felici sono quelle che conoscono Dio”. Il prof. Brock sul senso pratico della teologia di San Tommaso

In occasione della XVIII Sessione pubblica delle Accademie Pontificie, celebrata martedì, papa Francesco ha riflettuto sulla frase di San Tommaso d'Aquino Oculata Fides, leggere la realtà con gli occhi di Cristo.

Padre Stephen L. Brock, docente di Filosofia Medievale e vicedecano della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università della Santa Croce di Roma, ci spiega l'eredità della Summa theologiae, considerata la sintesi illuminata tra la filosofia aristotelica e la teologia cristiana.

In che modo la teologia di San Tommaso d'Aquino può essere applicata nella vita delle persone, dell'uomo e della donna di oggi?

“Per Tommaso, la persona umana è speciale – a immagine e somiglianza di Dio – perché è dotata della ragione, ed è questo che la rende unica tra le creature. Per via della ragione distinguiamo il bene dal male. In virtù della ragione abbiamo il libero arbitrio e siamo realmente padroni delle nostre azioni e della nostra vita.

La ragione si pone quindi come base per la recezione della nuova vita che Dio ha voluto donarci mediante la fede e la grazia – la vita dei figli di Dio –, condivisa nella stessa natura divina. Tommaso considera anche che, una volta abbracciata la fede, dobbiamo continuare ad usare la ragione per cercare di comprenderla meglio e applicarla – o meglio, per collaborare con Dio nella sua applicazione nella nostra vita.

La Summa theologiae è un grande tentativo di fare questo in un modo che possa essere insegnato ad altri e così condiviso con molte persone”.

Qual è l'aspetto pratico della teologia di Tommaso nella vita delle persone?

“Ricordo in questo momento il titolo di un saggio di G.K Chesterton, 'Wanted, an Unpractical Man' (Ricercato, un uomo non pratico). Secondo Chesterton, l'uomo moderno è capace di trovare i mezzi efficaci per produrre i risultati che desidera, ma non sa cosa vuole. Non sa quale sia il suo fine ultimo, e quindi non è nemmeno pratico”.

Possiamo allora dire che la teologia di San Tommaso d'Aquino ci insegna a cercare un fine pratico nella nostra vita?

“Mi spiego meglio. La Summa theologiae è divisa in tre parti. La prima è sulla realtà di Dio creatore, Uno e Trinitario. La seconda sulla vita umana, ovvero la vita morale – la vita pratica. La terza è sul Dio-uomo, il nostro salvatore Gesù Cristo. Tommaso aggiunge la considerazione della vita pratica (parlando della quale entra in molti dettagli) dopo la considerazione del nostro vero fine, che è soprattutto Dio, e quella del vero cammino da percorrere per raggiungere la meta che è Gesù”.

Chi sono queste persone pratiche, secondo San Tommaso d'Aquino?

“Per San Tommaso, le uniche persone veramente pratiche, e felici, sono quelle che hanno conosciuto la bellezza di Dio, che amano contemplarlo e che sapendo di essere troppo piccole per salvare se stesse trovano la luce e la forza nel fatto di essere amate da Dio e portate sulle spalle da suo figlio”.

In un discorso letto a suo nome dall'arcivescovo Pietro Parolin, Segretario di Stato, il papa ha compiuto una riflessione sulla dimensione “luminosa” della fede e sul rapporto tra fede e verità alla luce della prospettiva dell'amore.

Ha quindi ricordato San Tommaso, anche perché la Chiesa lo commemora il 28 gennaio, data del trasferimento delle sue reliquie nel 1368 a Tolosa (Francia).

La Sessione pubblica delle Accademie Pontificie è stata introdotta dal cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e del Consiglio di Coordinamento fra le Accademie Pontificie.

Nel corso della Sessione, il futuro cardinale Parolin ha letto un messaggio inviato dal papa ai partecipanti in cui ricorda che il tema di quest'anno richiama una frase di San Tommaso d'Aquino citata nell'enciclica Lumen Fidei e che le Accademie Pontificie dibattono sul rapporto tra questo documento e la recente esortazione apostolica Evangelii Gaudium.

Tags:
papa francescosan tommaso d'aquino
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Philip Kosloski
A cosa somiglia davvero il Paradiso secondo s...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni