Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 03 Dicembre |
Blanca de Castilla
home iconChiesa
line break icon

Padre Jorge Loring, l'uomo che non morirà mai

© DR

Aleteia Team - pubblicato il 16/01/14

Il popolare divulgatore cattolico continua ad essere ricordato dopo la sua morte

di José Antonio Medina Pellegrini

"Per chi conosceva padre Loring il rapporto, l’associazione di idee, non era solo quella del suo libro ‘Per Salvarti’, sarebbe un libro di avventure. Egli stesso era un libro di avventure. Era un’avventura. Ho avuto la gioia di conoscerlo quando era già vescovo di Cadice, e tutti i miei incontri con lui, abbastanza numerosi, alcuni più divertenti di conversazione, altri più circostanziali in momenti pubblici, in concelebrazioni, sono stati sempre molto gratificanti. Perché era una vita piena, una vita che malgrado l’età avanzata era piena di dinamismo, di progetti, di intenzioni sempre evangelizzatrici al servizio di Dio e degli uomini”.
Sono state queste le parole di monsignor Rafael Zornoza, vescovo di Cadice e Ceuta, al funerale del noto apologeta e divulgatore cattolico padre Jorge Loring, nella chiesa di San Giacomo Apostolo di Cadice, l’11 gennaio scorso.

“La vita di padre Loring – ha spiegato monsignor Zornoza – era piena di aneddoti. Alcuni sono diventati famosi, altri meno, ma tutti sono tipici di una vita molto lunga e molto attiva. Dai suoi moltissimi viaggi in America, dei quali era tanto orgoglioso perché andava sempre a lavorare e aveva sempre una richiesta maggiore, fino a qui a Cadice, dove si sentiva a casa, a proprio agio, accolto, e ha potuto lavorare tanto. Dai cantieri navali, dove raccontava aneddoti di conferenze quaresimali, di esercizi spirituali, di predicazioni perfino negli spogliatoi delle fabbriche in cui veniva ascoltato in un silenzio assoluto e con grande rispetto ed era felice, fino ad altri momenti in cui con meno capacità e attività per il passare degli anni entrava nelle nuove tecnologie per rispondere a dubbi, inquietudini, problemi personali”.

In uno dei passi più significativi della sua omelia, il vescovo di Cadice e Ceuta ha rivelato il suo primo segreto: “Ma tutto ciò ha un segreto. Tutte queste cose nella vita di una persona non sono casuali, assolutamente. E non bisogna approfondire molto per scoprire il segreto di padre Loring, perché è ben evidente. Il segreto è che è stato un uomo di Dio. Direi che era un gesuita perfetto, ispirato a Sant’Ignazio di Loyola e alla stessa storia evangelizzatrice della Compagnia di Gesù. Con l’esperienza fatta vita, interiorizzata, assaporata, gustata interiormente di chi cerca in tutte le cose la maggiore gloria di Dio: ‘Ad maiorem Dei gloriam’”.

Monsignor Zornoza ha sottolineato con forza il potere dell’essere strumento che ha saputo vivere pienamente: “Padre Loring aveva espressioni felici. Mi ha raccontato che quando in qualche modo richiamavano la sua attenzione perché parlando, predicando, nelle sue conferenze gridava, rispondeva: ‘Sì, io grido, ma è lo Spirito Santo che colpisce davvero i cuori. Io metto semplicemente tutto ciò che ho’. È una grande lezione di vita: quando si mette il poco che si ha, Dio pone il quasi tutto nel quasi niente che abbiamo. E se noi non mettiamo quel quasi niente che abbiamo, Dio non mette quel quasi tutto che fa tutte le cose. Perché siamo strumenti di Dio”.

Qual è stato il secondo segreto di padre Loring? Monsignor Zornoza lo descrive così: “E in questo senso, anche se a livello pubblico padre Loring è noto per i suoi libri, il suo segreto era nel confessionale. È stato un uomo di misericordia, un uomo che ha conosciuto la misericordia di Dio, e questo non ha niente di pubblico. Il fatto di attendere ore che arrivasse qualche penitente a cui poter dare un consiglio è credere nella misericordia di Dio, sapere di essere uno strumento di quella misericordia e vivere il proprio apostolato come un vero sacerdote che sa che può comunicare la gioia del perdono e la vita nuova di Dio agli uomini”.

  • 1
  • 2
Tags:
testimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni