Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La svolta di un ateo dopo la conversione della figlia al cattolicesimo

@DR
Condividi

“Ha avuto il coraggio di dirci che la nostra visione del mondo per lei non era sufficiente”

In una lettera apparsa il 15 gennaio sul quotidiano progressista britannico Guardian, James Harrington, giornalista inglese trasferitosi nel 2009 in Francia e che si definisce “ateo tendente all’agnosticismo” e sposato con “un’atea fervente”, racconta come sia cambiata la sua vita da quando la figlia maggiore si è convertita al cattolicesimo.

Battezzato da bambino, James aveva presto lasciato perdere la religione, ma era d'accordo con la moglie sul fatto che la figlia “avrebbe potuto scegliere la vita che voleva, tranne entrare nell’esercito e diventare consacrata” (Tempi, 16 gennaio).

I coniugi Harrington hanno fatto studiare la figlia in una scuola cattolica francese “solo perché un collega mi aveva rassicurato sull’eccellente qualità dell’educazione. E se devo essere sincero era proprio così, non ci siamo mai dovuti lamentare, anzi al contrario, avevamo tutte le ragioni per ringraziare il mio collega”.

A scuola la ragazza ha conosciuto la religione cattolica attraverso l’ora di insegnamento facoltativa. “Ci ha parlato della Genesi, della natività, della crocifissione di Gesù, del Paradiso. Noi invece del Big Bang, degli amici, della famiglia, del cibo, del coniglietto pasquale e della vita moderna”.

“Nonostante la nostra antipatia verso Dio e la creazione, lei aveva ancora il coraggio di dirci in faccia e davanti al sacerdote che la nostra visione del mondo per lei non era sufficiente. Lei crede e voleva essere battezzata e voleva essere cattolica”.

“Non posso negare che quello che lei ha detto a me e mia moglie ha cambiato il nostro percorso compiaciuto, indifferente alla religione e buonista”, ha confessato Harrington.

La conversione della figlia lo ha cambiato, portandolo a “viaggi regolari per assistere a 'lezioni cattoliche'” e ad “andare a Messa la domenica senza sapere quando alzarmi e sedermi, sperando che il prete non venga da me con il microfono durante la predica”.

La ragazza, spiega, “ha fatto un primo passo lungo una strada che, alla fine, dovrà percorrere da sola. Io andrò con lei finché posso, ma lei sa che è il suo viaggio. Sta andando dove io non posso seguirla. Spero solo che la prossima volta che prende una decisione definitiva per la vita si ricordi di quando ci ha detto che aveva fede in qualcosa in cui non credevamo. E che noi abbiamo creduto a lei”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.