Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
Stile di vita

Roberto Vecchioni: «A un certo punto ti dici: io da solo non basto»

@DR

Aleteia - pubblicato il 08/01/14

Il cantautore milanese parla della spiritualità da lui riscoperta con la maturità

È un Roberto Vecchioni nuovo in un disco di inediti quello che si mostra in Io non appartengo più, uscito per la Universal, a distanza di sei anni dall’ultimo Di rabbia e di stelle. E la copertina del cd lo ritrae su un ring deserto, seduto su una poltrona, gli occhi puntati al cielo.

Ed è un cantautore intimo quello che si mette a nudo nell'intervista a “Credere” e svela la sua spiritualità, tiepida negli anni giovanili ma riscoperta nella maturità: «C’è chi ha la fortuna, o anche la sventura, di credere, perché la fede non è sempre una fortuna, ma certo è una consolazione. Chi non ce l’ha questa fortuna o sventura, non per questo, nella sua miscredenza, nel suo modo di essere indifferente di fronte all’eterno, ha meno debiti rispetto alla vita: ne ha altrettanti, anzi, forse ne ha ancora di più. D’altra parte, se io sono un credente, non per questo devo considerare di meno quelli che non lo sono e, anzi, vivono magari una vita da perfetti gentiluomini. E Dio questo lo sa».

«I miei genitori volevano fortemente che ricevessi un’educazione cattolica – racconta –. Ho frequentato l’Università Cattolica, ma sono stato anche un pasionario in università, ho fatto il ’68 combattendo dalla parte degli studenti, con gli insegnanti per gli studenti. Non ero un gran credente. La fede è venuta col tempo e con la vita, rimuginando e pensando, soprattutto davanti alle difficoltà dell’esistenza. I dolori sono stati tanti, tantissimi: mi hanno fatto nascere l’idea che ci dovesse essere una ragione per la sofferenza, non potevano essere casuali. Erano qualcosa di simile a una prova. In questo sono un po’ manzoniano (ride). Pensare di essere indipendenti per trenta, quarant’anni della propria vita e accorgersi poi che basta un niente per portarti alla fine, e allora dire: “No, no, no. Allora io da solo non basto”. Sì, io a Dio ci credo».

Frenato per lungo tempo da un tumore al rene e un infarto, come racconta nel brano Ho conosciuto il dolore, Vecchioni si racconta sereno, con un ottimismo che nasce da una riflessione personale, dall’incontro con Dio: «Tutte le ultime canzoni sono ottimiste e molto aperte. Alcune, come Così si va e Il miracolo segreto, sono veri e propri dialoghi con Dio, un Dio che non aspetta altro che di venire da noi».

Nell'intervista rivela di essersi sempre sentito toccato dal racconto del buon ladrone, quando Cristo, nell’immagine del peccatore pentito, perdona l’umanità, quando dice “oggi sarai con me nel paradiso”: «Per me questa è l’immagine che riassume perfettamente tutto quello che c’è nel Vangelo. Che non è folclore e miracoli. Bellissima è anche la parabola dei talenti. Non a tutti è chiesto lo stesso rimborso, dipende da cosa ti ha dato il cielo. Quindi non è vero, a volte, che la legge è uguale per tutti, perché chi ha sofferto di più o chi ha più ragioni o più scuse per poter dare di meno è perdonato. Bisognerebbe leggerlo il Vangelo, però, un po’ di più».

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
musicatestimonianze di vita e di fede
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni