Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconNews
line break icon

Il coraggioso nuovo mondo della cultura di Internet

Gwendal Ugden

Eric McLuhan - Aleteia Team - pubblicato il 03/01/14

2. Salvo che nel corpo fisico, l’utente di media elettronici può essere in due, due dozzine o due milioni di posti simultaneamente. In Internet si è contemporaneamente ovunque arrivi Internet stesso. La folla elettronica vive come se fosse già morta (una tecnica giapponese tradizionale per quelli che cercano di raggiungere la perfezione nella propria arte o nei propri sforzi) – e di conseguenza trova il nichilismo naturale. La morte come stile di vita ha un suono familiare per quanti seguono le notizie.

La base, l’ambiente per la folla elettronica è la totalità dei media elettronici presenti e operanti, via trasmissione, network o satellite. C’è quindi la folla radiofonica, la folla televisiva… Tutte queste sono come dialetti del pubblico di massa.

3. La folla elettronica, composta da nuovi nomadi che ossessionano il mondo metafisico, non può avere obiettivi o direzioni distanti. Questi fattori riguardano il fatto di diventare, e il nomade è più coinvolto nell’essere. Essere non è un obiettivo. Senza un corpo fisico esteriore, il pubblico di massa sposta la sua messa a fuoco verso l’interno. Ad esempio, per più di quarant’anni i giovani hanno respinto consistentemente gli obiettivi a lungo termine come irrilevanti. Questa mossa verso l’interno appare travestita da narcisismo, ma è il narcisismo o l’egoismo di una persona senza un sé, piuttosto diverso dall’egoismo dell’individualismo privato. Gli obiettivi fissati e il fatto di diventare appartengono all’esistenza incarnata. Il nomade elettronico è rapito nelle estasi del puro essere, privo di tutti i legami tradizionali con il mondo naturale e la legge naturale. In altre parole, siamo in difficoltà, disorientati. A differenza dei media meccanici come la stampa o del motore a benzina, ogni media elettronico non amplia tanto il corpo e i sensi come amplia una parodia del sistema nervoso centrale e ne fa un ambiente globale. Ogni nuova tecnologia rappresenta una modulazione o un’altra della nostra umanità.

4. Le persone senza un corpo fisico usano le immagini partecipative per generare l’emozione e l’estetica dell’essere – l’unica realtà che resta dopo essersi lasciati alle spalle il mondo fisico. Una generazione fa, i pubblicitari spostavano la propria attenzione dal prodotto all’immagine, dalla vendita nuda e cruda a forme partecipative come le pubblicità sullo stile di vita. Ciò fornisce fantasie e identità di gruppo per tutti.

Il pubblico di massa non è caratterizzato dalla razionalità, anche se i membri individuali possono essere razionali.

Online o in onda, tranne il vostro corpo fisico, assumete il corpo corporativo: indossate tutta l’umanità come vostra pelle. In queste condizioni, una sensibilità privata sarebbe una grande responsabilità.

5. La qualità dell’immagine aggiusta il grado di partecipazione. Una “buona” immagine permette una grande partecipazione in profondità da parte di una massa consistente e diversificata. Per questo, deve essere virtualmente priva di contenuto. L’estetica di queste circostanze deriva dalle manipolazioni dell’essere. Ogni nuovo media elettronico porta con sé un nuovo modo di essere. Le energie ibride danno il colpo maggiore di tutti, ed è nella natura dei media elettronici ibridare senza fine. Ogni nuovo media ne raccoglie di vecchi come “features” anche se diventa incluso negli altri come “feature” – un processo che continuerà finché tutti saranno diventati reciprocamente “features”. Il loro futuro è “features”. Narcisismo per il disinteressato.

6. La folla dei nomadi elettronici non ha confini naturali: va al di là di tutte le limitazioni naturali e fisiche. È esente dalla legge naturale.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
internettecnologia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni