Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 27 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
home iconArte e Viaggi
line break icon

La forza delle donne nel cinema

Aleteia

cine y mujeres

Ary Waldir Ramos Díaz - Aleteia Team - pubblicato il 02/01/14

Qual è la sua opinione sul cinema che rappresenta Maria di Nazareth o Maria Maddalena?

Lloyd Baugh: Il cinema sulla Madre di Gesù suscita molte perplessità. Mostra una Maria devota, passiva, sottomessa. È l’unico ruolo concesso a Maria nel cinema.

Dobbiamo capire che secondo gli studiosi della Bibbia Maria madre di Gesù e altre donne del Nuovo Testamento sono forti, sono donne con un dinamismo intenso e ampio, oltre ad avere un impatto molto forte sulle comunità di quell’epoca.

E Maria Maddalena?

Lloyd Baugh: Maria Maddalena ha un ruolo “eccezionale” nella Bibbia. Vogliamo pensare a Maria Maddalena come alla grande peccatrice, prostituta, impura, quando invece non lo era. Il cinema ha sottolineato questa immagine distorta per decenni e lo fa ancora oggi.

Maria Maddalena è importante nella nostra fede e nella nostra cultura cristiana perché è stata la prima a testimoniare la resurrezione di Gesù. Maria Maddalena è stata al momento della resurrezione l’apostolo degli apostoli, l’apostolo agli apostoli. È un ruolo forte, ma il cinema lo riflette? Pochissimo. Il momento nel giardino vicino alla tomba di Gesù viene spesso espresso nel cinema come un momento sentimentale. Non riflette il valore forte e profondo di questa figura biblica.

Nel Vangelo non ci sono prove di una Maria Maddalena prostituta. Perché, allora, l’immagine di questa donna è alterata dal cinema e in generale dalla credenza popolare?

Lloyd Baugh: Tutti siamo peccatori. Maria Maddalena non è la prostituta di un episodio precedente della Bibbia, questo è un errore commesso da papa Gregorio Magno (Roma 540-604), che in un’omelia (anno 591) confuse il ruolo di tre donne (Maria di Betania, un’altra donna anonima che Gesù salvò nel momento in cui stava per essere lapidata e Maria Maddalena). L’equazione Maria Maddalena-prostituta salvata non ha quindi un’origine biblica. Il cinema, invece, ha dato a Maria Maddalena il ruolo di prostituta che poi si converte, ma ribadisco che non riflette la realtà biblica.

Possiamo considerare l’equazione cinematografica Maria Maddalena-prostituta il classico esempio del cinema che riduce l’immagine della donna a un essere debole e commovente per antonomasia?

Lloyd Baugh: Maria Maddalena potrebbe essere il simbolo di nuove possibilità per la donna nel cinema religioso.

Il cinema biblico popolare, invece, ha interesse a fare di Maria Maddalena la prostituta. La vediamo in una scena ambigua prima della conversione e poi si trasforma in una santa. Sto pensando ad esempio al film di Martin Scorsese “L’ultima tentazione di Cristo” (Stati Uniti 1988).

Al contrario, poche pellicole sul Vangelo rappresentano con tutta la forza Maria Maddalena come avrebbe il diritto di essere rappresentata: “l’apostolo degli apostoli” al momento della resurrezione. Per me, in questa immagine troviamo la chiave di lettura per poter tornare a immaginare il ruolo di Maria Madre di Gesù, il ruolo di Marta e Maria, il ruolo delle profetesse dell’Antico Testamento.

Bisogna tornare all’origine, non rappresentando storie sentimentali, ma narrazioni coraggiose che riflettono l’importanza del ruolo di queste donne nel cristianesimo.

Uno sceneggiatore cinematografico affronta vari problemi trovando pochi riferimenti biblici alla figura di Maria di Nazareth…

Lloyd Baugh: Nel caso di Maria Madre di Gesù abbiamo poca realtà autenticamente biblica. Uno dei fatti più rappresentativi nella Bibbia è l’annunciazione.

Dall’altro lato, sappiamo poco di ciò che ha fa
tto Maria a Betlemme. Ci sono due o tre riferimenti nel testo biblico. La visita ad Elisabetta e la presentazione di Gesù al tempio. Poi scompare.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
cinemadonnemaria maddalenapontificia università gregoriana
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
4
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni