Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 16 Maggio |
Ascensione
home iconArte e Viaggi
line break icon

I musei italiani, una memoria ricchissima a rischio genocidio

@DR

Emanuele D'Onofrio - Aleteia Team - pubblicato il 11/12/13

Per la prima volta l’Istat ha disegnato una “mappa” completa di musei, monumenti e aree archeologiche in Italia: ne emergono ampie criticità, sia riguardo alle strutture che ai visitatori

Finora questo mondo ricchissimo era per lo più sconosciuto. La rilevazione Istat, condotta con la collaborazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, le Regioni e le Province autonome, fa luce sulla totalità delle istituzioni culturali, pubbliche e private, attive nel nostro Paese. I dati della ricerca ci raccontano di un’Italia disseminata di strutture museali e monumentali, piccole e grandi, ma che si trovano per lo più in condizione di grande sofferenza economica, una situazione che impedisce anche lo sviluppo di attività didattiche, di promozione e digitalizzazione.

Inoltre, appare chiaro che i visitatori italiani sono assai più distratti nei confronti della cultura rispetto a quelli stranieri, che sono circa 7 su 10. Tra i pochi dati incoraggianti, come spesso ci capita, c’è quello dei tanti volontari, circa 16.000, di supporto ad un personale assunto che, come vedremo più avanti parlando del caso concreto di un ente storico, la Fondazione Mandralisca di Cefalù, si trova a lavorare in condizioni di grande difficoltà e di scarse prospettive. Per analizzare i dati della ricerca, ci siamo rivolti ad una delle studiose che l’hanno condotta, la dottoressa Annalisa Cicerchia, primo ricercatore dell’Istat.

Qual è il significato di questa ricerca, la prima in Italia?

Cicerchia: Fino a questo studio, quando in Italia si parlava, bene o male dei musei, si faceva sempre e solo riferimento ai meno di quattrocento musei statali, gli unici regolarmente sottoposti a monitoraggio. Tutti gli altri, che sono più di dieci volte tanto, non venivano mai presi in considerazione, e non parliamo solo di piccole realtà, ma anche di realtà civiche molto significative. Per la prima volta è stato aperto un sipario su una realtà che ci rende davvero particolari: in Europa abbiamo una situazione comparabile solo con la Germania, dove ci sono circa 6.000 strutture di questo genere. Questa ricerca ci fa capire come funziona da una parte il sistema della memoria, della conservazione del patrimonio, dell’identità, e dall’altra parte capire come funzionano i servizi delle comunità locali. E allora vediamo questa grande diffusione di strutture, grandi ma molte anche piccolissime, che sono nati per la gran parte tra la fine della seconda guerra mondiale e il 2010, e quindi col bisogno del Paese di affermare la propria identità. Inoltre, i numeri di questo report danno l’idea di un mondo nel quale la dimensione del volontariato, la motivazione e la partecipazione, è molto significativa, tant’è che i numeri medi della dotazione del personale sono bassissimi, ma c’è un alto numero di volontari.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
culturaistat
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni