Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 12 Aprile |
Santa Teresa de los Andes
home iconNews
line break icon

Papa Francesco tra i finalisti per l’“Uomo dell’Anno” di Time

©ALESSIA GIULIANI/CPP

<span class="standardtextnolink">December 4, 2013 : Pope Francis leads the weekly general audience in St. Peter&#039;s square at the Vatican.</span>

Aleteia - pubblicato il 10/12/13

Il vincitore, che viene votato dagli editori della rivista statunitense, sarà annunciato l'11 dicembre

Già a pochi minuti dall'elezione, papa Francesco ha iniziato a conquistare il mondo, attirandosi le simpatie di tutti, anche dei non credenti e di chi si era allontanato dalla Chiesa e ora trova in lui un modello e uno sprone a riavvicinarsi alla fede.

Non c'è allora da stupirsi che papa Bergoglio figuri tra i 10 finalisti per il titolo di “Uomo dell'Anno” della rivista Time, accanto a nomi come quello del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, dell'informatico Edward Snowden, noto per aver rivelato informazioni finora segrete di programmi del Governo statunitense, e del presidente siriano Bashar al-Assad.

Il titolo di “Uomo dell'Anno” viene conferito dal 1927 alla persona che ha avuto “l'impatto più grande sull'anno in corso, nel bene e nel male”, ha affermato la Managing Editor di Time, Nancy Gibbs, durante l'edizione del Today's Show nella quale è stata resa nota la lista dei “concorrenti” (msnbc, 12 settembre). Il vincitore, che viene votato dagli editori di Time e sarà annunciato dalla rivista l'11 dicembre, deve essere una persona ancora in vita.

Perché papa Francesco figura tra i concorrenti al titolo? Perché il nuovo pontefice aiuta direttamente i poveri, sfida la Chiesa per la sua rigida agenda sociale e ha criticato le “teorie trickle down” [secondo cui la ricchezza accumulata da pochi avrà effetti positivi anche sugli strati meno abbienti della società aumentando il benessere della collettività] del capitalismo perché “gli esclusi stanno ancora aspettando” (yahoo.com, 9 dicembre).

Francesco è già stato nominato a luglio “Uomo dell'Anno” dalla rivista Vanity Fair. Decisivo per la scelta il suo viaggio a Lampedusa, con il quale, si legge nel magazine, ha dimostrato a fatti ciò che dice a parole (Il Sussidiario, 10 luglio).

A livello “nostrano”, il pontefice si è invece aggiudicato il Macchianera Awards 2013, l'Oscar della rete italiano, venendo riconosciuto l'uomo più influente del web e vincendo con il 32% delle preferenze (new.supermoney.eu, 22 settembre).

Tags:
bashar al-assadedward snowdenobamapapa francescouomo dell'anno di time
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni