Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 29 Novembre |
Santa Caterina Labouré
home iconApprofondimenti
line break icon

Renzi, sui temi sensibili sono troppe le distanze con i cattolici

© Centro Nazionale Volontariato

Gelsomino Del Guercio - Aleteia Team - pubblicato il 09/12/13

Fede e religione sono al centro della formazione del neo segretario del Partito Democratico. Ma il suo approccio in politica si basa su idee fortemente laicizzate

Da nuovo leader del Partito Democratico, Matteo Renzi si appresta ufficialmente a recitare il ruolo del protagonista nel panorama politico nazionale. Ma poco si è detto sul suo rapporto con la fede e su cosa pensi dei temi cari ai cattolici. In realtà il sindaco di Firenze, pur venendo da un’esperienza giovanile formativa nel mondo cattolico, ha ammesso più volte che «quando faccio politica, comunque, vivo la sfida della mia laicità».

L’Huffington Post, in un articolo del 9 dicembre 2013 di Alessandro Santagata ricostruisce le radici del leader Pd: «Per comprendere meglio cosa significhi per Renzi essere cristiano e uomo politico, occorre andare a scavare nel passato. Il percorso di formazione comincia a scuola, dove era in contatto con il gruppo giovanile di Cl, e nello scoutismo cattolico, uno dei laboratori del cattolicesimo post-conciliare, anche se segnato dall’insegnamento areligioso di Robert Baden Powel. Agli anni dello scoutismo risale anche l’esperienza di "Camminiamo insieme", rivista sulla quale Renzi si firmava con lo pseudonimo “Zac”»

Un retroterra culturale confermato nel recente confronto televisivo su Sky con gli altri candidati alle primarie del 29 novembre 2013, «quando Renzi, probabilmente spiazzando molti ascoltatori, ha indicato don Mazzolari, antifascista e teorico di un cristianesimo sociale non compromesso con il potere politico. Completano il “pantheon” La Pira, storico sindaco di Firenze, al quale aveva dedicato la tesi di laurea, e il democristiano di sinistra Nicola Pistelli, di cui il candidato alla segreteria del Pd intende imitare un’appartenenza religiosa mai nascosta e mai ostentata».

Sempre Santagata sull’Huffington Post evidenzia che «nella lettera di aprile a “Repubblica”, con la quale si è opposto all’elezione bipartisan di Marini al Quirinale, Renzi ha spiegato di non considerarsi un politico cattolico, ma un cristiano che fa politica e quindi con uno sguardo non ristretto alla sola bioetica. Si fa fatica però a trovare nella “liquidità” della sua cultura quell’ispirazione religiosa da lui rivendicata (sempre nel rispetto della laicità) in opposizione a coloro che vogliono relegare la fede nel privato».

COPPIE OMOSESSUALI
Nella puntata del 29 ottobre 2010 del programma Invasioni Barbariche in onda su La7, Renzi, con molta fermezza, dichiarava: «Io non sono d’accordo col matrimonio omosessuale, la penso come quel pericoloso reazionario di Barack Obama; perchè penso che il matrimonio sia l’unione di una donna e di un uomo». Il neosegretario del Pd, successivamente, ha sempre cercato di glissare sull’argomento "matrimonio". Si è però mostrato molto più aperto sulle unioni di fatto, e persino sulle adozioni attraverso lo "stepchild adoption".

Al portale gay.it, in un’intervista del 26 giugno 2012, affermava che «è evidente che le unioni civili nascono per dare risposte innanzitutto alle coppie dello stesso sesso. Personalmente penso che la politica non possa continuare a prendere in giro le persone. Da anni si discute di un provvedimento di legge sulle unioni civili. Eppure alle parole non seguono i fatti. Nel merito, noi siamo tra quelli che propongono di portare in Italia il modello della “Civil Partnership”: l’hanno fatta i laburisti di Tony Blair nel Regno Unito, possiamo farla noi in Italia anche se con quindici anni di ritardo».

Su Vita.it, in un articolo del 21 novembre 2012, si spiegava l’ulteriore apertura di Renzi sulle adozioni. «Si chiama "stepchild adoption" ed è l’adozione del bambino che vive in una coppia dello stesso sesso, ma che è figlio biologico di uno solo dei due. Lo prevede il punto f. del programma di Matteo Renzi, pubblicato dopo la Leopolda (in occasione delle primarie 2012): "Famiglie omogenitoriali. Riconoscere ai bambini nati e cresciuti in famiglie omogenitoriali gli stessi diritti di tutti gli altri bambini, a cominciare dal diritto di adozione da parte del genitore non biologico ("stepchild adoption"), similmente a quanto previsto dalle legislazioni tedesca e finlandese"».

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
fecondazione assistitalaicitàmatteo renzipartito democraticotestamento biologicounioni gayvalori non negoziabili
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
FIRST CENTURY HOUSE AT THE SISTERS OF NAZARETH SITE
John Burger
Archeologo britannico pensa di aver trovato l...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Pape François audience
Gelsomino Del Guercio
"Benedizione Urbi et Orbi del Papa". Attenti,...
Amy Brooks
5 ragioni per cui indosso la Medaglia Miracol...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni