Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 13 Giugno |
Sant'Antonio da Padova
home iconNews
line break icon

Italia, come tramonta una nazione

© DR

Antonio Socci - Lo Straniero - il blog di Antonio Socci - pubblicato il 09/12/13

CATTOLICESIMO RIMOSSO

Giustamente ieri su “Avvenire”, Adriano Fabris, pur dicendosi d’accordo con tanti argomenti dei tre intellettuali, ha sollevato un’obiezione: com’è possibile che un appello per il ritrovamento della cultura umanistica e delle nostre radici culturali non contenga alcun riferimento alle religioni e in particolare “all’apporto che la tradizione ebraico-cristiana ha dato in Occidente alla definizione dell’umano”?

Lo stesso Umanesimo del Quattrocento è nato nell’ambito cristiano. Per non dire della letteratura, della lingua, dell’arte, dell’architettura e dell’urbanistica delle nostre città.

Il documento ripete la solita solfa dell’identità italiana che – in mancanza di uno stato unitario – sarebbe vissuta per secoli solo nella lingua e nella letteratura.

Ma dall’alba della lingua italiana, con san Francesco, ai pilastri della letteratura (Dante, Tasso, Manzoni), tutto risplende di cattolicesimo. La verità (negata) è che l’identità italiana, per secoli, è stata data dal cattolicesimo.

Se infatti una nazione è identificata, manzonianamente, da unità di lingua, di storia e di religione (“una d’arme, di lingua, d’altare,/ di memorie, di sangue e di cor”), bisogna dire che da noi c’era solo religione.

Perché al momento dell’Unità, nel 1861, solo il 2,5 per cento della popolazione parlava l’italiano (cioè il toscano come lingua nazionale) e due terzi di essi erano appunto i toscani. Gli stessi Savoia, che conquistarono militarmente il Paese e furono i primi re d’Italia, parlavano francese.

E la storia e l’economia erano ben divergenti perché “il Piemonte era economicamente più integrato alla Francia che alla Sicilia. E quest’ultima era integrata più all’Inghilterra che alla Lombardia” (Ruggiero Romano, Paese Italia. Venti secoli di identità).

Ciò che nel Risorgimento si chiamava Italia – come ha osservato il laico Sergio Romano – era unito solo da una cosa: il cattolicesimo.

Aver fatto un’unità per via militare contro questa identità nazionale ha avuto conseguenze nefaste. E nefasta è ancora una cultura – di diversa derivazione – che si trova unita solo nel dimenticare queste radici.

I tre intellettuali lamentano la colpevole “rimozione del passato” perpetrata nel nostro Paese, ma poi sono loro stessi i primi a rimuovere il cattolicesimo, che permea tutta la cultura e la storia d’Italia.

Come si fa a sostenere che ”il ‘politico’ è indubbiamente la chiave interpretativa della cultura italiana”? Non è un modo per protrarre ancora l’errore fatale che fu perpetrato dall’inizio dell’unità statuale italiana?

Parlare oggi per pagine e pagine di “umanesimo” riducendo la questione alla solita geremiade dei docenti delle facoltà umanistiche, che si sentono ormai in serie B rispetto alle facoltà tecnico-scientifiche, è davvero provinciale.


  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
europagiovaniitaliascuolaumanesimo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni