Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconNews
line break icon

Diventare adulti in una società complessa

© Association "mise en voyage"

Oukouli (cérémonie de passage de l'adolescence à l'âge adulte des hommes) dans un village Hamer

Dimensione Speranza - pubblicato il 06/12/13

Alcuni esempi

Così raccontano Eliana, di 23 anni, e Giulio, di 21 anni: «Mi sembrava come se avessi varcato un confine. Mi sembrava che la popolazione del mondo… Ho proprio chiara questa mia immagine… Fosse divisa a metà: tra i vergini e i non vergini. E a me sembrava di avere fatto questo grande passo e di aver superato questa linea, e quindi mi sentivo appartenente all'altra metà del mondo. Mi sentivo cresciuta. […]L'ho vissuta come una demarcazione netta della mia vita. Cioè, porrebbe essere una delle linee di cesura grosse della mia vita». (Eliana, 23 anni).

«Mi è sembrato di entrare in un'altra dimensione, proprio di… Come dire… Di crescere da un momento all'altro, di essere proprio cambiato nel giro di 10 minuti… Ecco, proprio di essere passato da… Non dico da bambino, però quasi… Io mi sentivo grande già, ecco, quella è stata proprio la sensazione. […]Ouel passaggio repentino dall'età fanciullesca, se possiamo chiamarla così, in un certo senso all'età adulta, anche se anagrafica-mente non era quella, però io mi sentivo già in età adulta, quello è stato, proprio uno stacco netto da un periodo all'altro della mia vita. […]Cos'è la verginità… Per me personalmente […]Era il limite tra quelle due età, quella da bambino-adolescente diciamo ad adulto, una volta passato quel limite, diciamo quel limite immaginario diciamo, sono passato… Mi sono sentito io passare nell'età adulta [… ] Una linea di confine [… ] Un passaggio da uno status all'altro […]». (Giulio, 21 anni).

Senza valenza pubblica

I termini utilizzati dagli intervistati ("linea", "confine", "cesura", "ponte", "demarcazione") sottolineano in modo esplicito la dimensione trasformativa di tale evento, tipica di ogni rito di passaggio: il primo coito si configura come un'esperienza liminale, che fa raggiungere una condizione di margine per poi operare un "passaggio", un "salto" nel mondo dei "non vergini". Si rintraccia chiaramente anche la fase di aggregazione del rito di passaggio, l'autopercezione di aver acquisito uno status più adulto, come attestano varie espressioni usate dagli intervistati: "più grande", "cresciuto", "maturo", "responsabile".

Si tratta però di un rito di passaggio che non è dotato di una valenza pubblica generalizzata, essendo nella maggioranza dei casi tenuto celato al mondo degli adulti (per esempio, dei genitori). La sua valenza trasformativa e acquisitiva assume realtà per il soggetto non soltanto perché vissuta sulla propria pelle, ma anche perché oggetto di riconoscimento sociale all'interno del gruppo dei pari (Flood 2008). Poterlo raccontare agli amici assume quindi una valenza costitutiva dell'esperienza: quell'evento diventa biograficamente significativo e simbolicamente efficace perché è comunicabile all'interno di una comune cornice interpretativa e di un linguaggio che lo rendono non solo comprensibile, ma anche reale. Come racconta Patrizìa, 29 anni: «La verginità ha senso nel momento in cui la togli, nel momento in cui hai questo passaggio, che hai cose da raccontare alle amiche […]» (Patrizia, 29 anni).


  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Tags:
adultigiovanisessualità

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni