Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconApprofondimenti
line break icon

La sfida umanistica ed inclusiva di Papa Francesco

@DR

Flavio Felice - Fattore Erre - pubblicato il 02/12/13

A questo punto, Papa Francesco è chiarissimo e credo intenda provocare le nostre coscienze. Ci dice le cose come stanno nella realtà: si pensi alle bambine che si prostituiscono e ai genitori comnpiacenti, e sposta l’attenzione dalla dimensione teorica a quella esistenziale; esattamente ciò che dovrebbe fare un Papa; in fondo, alla teoria devono pensarci i teorici, noni i pastori.

Parlare dei poveri, appellandosi ai ricchi, come d’altronde fece anche Luigi Sturzo nel suo “Appello agli uomini liberi e forti”, e dire che è in atto una “cultura dello scarto”, non significa negare il mercato. Piuttosto significa pungolare coloro che hanno responsabilità decisionali a vari livelli e in vari ambiti (economici, politici e culturali), affinché facciano la loro parte nell’incessante opera d’implementazione istituzionale dei processi di mercato, affinché siano autenticamente e sempre più dinamici e aperti e non il regno chiuso occupato dai detentori delle rendite.

Affermare che lo sviluppo è irriducibile alla mera crescita economica, allora, significa riconoscere il primato della cultura, la centralità della persona e un’idea di istituzioni politiche, economiche e culturali, tra le quali il mercato, la cui cifra morale è data dalla prospettiva antropologica espressa da coloro che in esse operano. In pratica, significa ammettere che si possa dare crescita senza  sviluppo, perché esiste un profitto di monopolio, un profitto di guerra; perché esiste il profitto di chi pretende di raccogliere senza aver prima seminato, di chi si approfitta delle strette relazioni con il potere, di chi devasta la terra, di chi traffica in droga e in armi; perché esiste un profitto di chi consuma in modo dissennato le ricchezze che le generazioni precedenti hanno saputo produrre e di chi scarica i costi del presente sulle generazioni future.

Si tratta solo di buon senso e, di questi tempi, non è poco.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
caritas in veritateevangelii gaudiumlibero mercatopapa benedetto xvipapa francesco

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni