Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 18 Ottobre |
San Luca
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Meno sport e più danni per la salute: i rischi di una “generazione seduta”

@DR

Chiara Santomiero - Aleteia Team - pubblicato il 21/11/13

Quali sono i rischi di queste abitudini?

Correra: Noi pediatri abbiamo interesse all’attività di movimento, non allo sport in quanto tale. Studi riconosciuti evidenziano come potenziare l’attività motoria nella scuola migliora la pressione arteriosa, il peso corporeo e l’attività respiratoria. Uno studio scandinavo del 2013 ha messo in evidenza che sei ore di attività per i ragazzi riduce il rischio di malattie cardiovascolari mentre uno olandese, sempre del 2013, ha messo in luce come troppo tempo passato davanti alla tv produce alla lunga un danno arterioso. Non è un caso che più ci si sposta nel nord Europa e più l’attività fisica cresce. In Francia l’educazione fisica e sportiva praticata nella scuola è doppia che in Italia, rappresenta il 15% dell’orario complessivo ed è previsto anche che si interrompano le lezioni e lo stare sui banchi per fare movimento.

Le soluzioni, quindi, vanno cercate a partire dalla scuola?

Correra: Occorre un patto con la scuola affinché l’attività fisica entri nel curriculum e venga incoraggiata l’attività motoria dei bambini prima di quella sportiva. E’ necessario far capire che l’attività fisica migliora la salute: va considerata una specie di farmaco che alla lunga riduce i costi sanitari e sulla quale occorre investire come si fa per la prevenzione degli incidenti. Inoltre noi pediatri incoraggiamo a tener conto delle regole della Piramide delle attività consigliate. Si tratta di provvedimenti a costo zero che potrebbero essere adottati subito. E se poi si pensasse a città più a misura di bambino si abbatterebbe anche parte della sedentarietà totale che affligge questa età.

  • 1
  • 2
Tags:
sport
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
2
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
3
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
6
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni