Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 06 Marzo |
San Giovanni Giuseppe della Croce
home iconNews
line break icon

Donne, la violenza “costa” 17 miliardi l’anno. Sei milioni per la prevenzione

© DR

Redattore Sociale - pubblicato il 21/11/13

Oltre 14 miliardi di euro i costi “umani e di sofferenza”, 2,3 miliardi quelli diretti e di mancata produttività. Chiesara: “Non è solo la donna coinvolta a scontare la violenza. A subire un danno è l’intera collettività”

La violenza sulle donne costa all’intera società quasi 17 miliardi di euro l’anno, tra spese sanitarie e servizi e costi sociali, ma lo Stato investe soltanto 6,3 milioni per prevenirla. È quanto rivela la prima indagine nazionalesui costi economici e sociali della violenza sulle donne realizzata da Intervita Onlus dal titolo “Quanto costa il silenzio?”, realizzata col patrocinio del Dipartimento per le Pari Opportunità e presentata oggi a Roma. Costi che equivalgono, spiega la ricerca, ad una strage in cui perdono la vita 11 mila persone o il triplo degli incidenti stradali che avvengono in un anno in Italia. L’indagine è stata realizzata da una equipe di ricercatrici e prende il via dall’unica ricerca sul fenomeno realizzata dall’Istat nel 2006. Una ricerca validata da un Comitato scientifico presieduto da Anna Maria Fellegara, vicepresidente di Intervita e preside della facoltà di Economia e Giurisprudenza dell’Università Cattolica di Piacenza e composto un team di esperti.

Il dettaglio dei costi. A pesare maggiormente sono soprattutto i costi “umani e di sofferenza” che ammontano a 14,3 miliardi di euro. Una stima, spiegano i ricercatori, che quantifica accanto ai danni fisici, anche quelli morali e psicologici e calcolata utilizzando il sistema di valutazione del risarcimento danni per incidentalità stradale. Quelli relativi alla sanità, ai servizi, ma anche alla mancata produttività, invece, sono pari a 2,3 miliardi di euro. Costi che comprendono le spese sanitarie (dal pronto soccorso, all’ospedalizzazione, alle cure specialistiche, per un complesso di 460,4 milioni di euro), le cure psicologiche (158,7 milioni di euro), e l’acquisto di farmaci (44,5 milioni di euro).  Ai quali si sommano i costi relativiall’impegno delle Forze dell’Ordine, dalle denunce alle investigazioni fino alla trasmissione dei casi all’Autorità Giudiziaria, (235,7 milioni di euro); quelli sostenuti dall’Ordinamento Giudiziario per la gestione delle denunce di violenza sulle donne (421,3 milioni di euro) e il costo per le spese legali (289,9 milioni di euro).  Senza dimenticare l’assistenza delle vittime e dei familiari come i servizi sociali (154,6 milioni di Euro) e dei centri antiviolenza (7,8 milioni di Euro).  La mancata produttività, invece,è stata stimata in 604,1 milioni di Euro.

L’importanza di una strategia di contrasto. Quantificare la dimensione economica del fenomeno, spiegano i ricercatori, “significa offrire strumenti alla politica per aumentare la gamma e l’efficacia delle azioni da mettere in campo, stimolare una rilettura nelle priorità di spesa e di investimento pubblico e comprendere meglio le conseguenze della violenza sulla vita delle donne”. Uno studio che secondo Marco Chiesara, presidente Intervita Onlus “aumenta la consapevolezza di quanto la violenza sulle donne resti sommersa e di quanto spaventose siano le ricadute economiche e sociali sul nostro Paese. Emerge con forza che non è solo la donna direttamente coinvolta a scontare la violenza. Per affrontare il problema è necessario considerare che a subire un danno economico e sociale è l’intera collettività: la famiglia, le imprese, lo Stato, Gli Istituti di Previdenza, noi tutti”. Per questo, spiega Chiesara, è necessaria “una strategia politica efficace in grado di affiancare gli investimenti per le attività di prevenzione e contrasto della violenza”

[FONTE: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/449721/Donne-la-violenza-costa-17-miliardi-l-anno-Sei-milioni-per-la-prevenzione]

Tags:
economiaviolenza contro le donne
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
5
MADONNA
Maria Paola Daud
La curiosa immagine della Vergine Maria protettrice dal Coronavir...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
Gelsomino Del Guercio
“Solo tu potevi capire Maria”. Lettera di Don Tonino Bello a San ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni