Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Filippine. Dopo Hayan arriva la solidarietà della Chiesa

© TED ALJIBE / AFP
Condividi

Il tifone ha distrutto le case e le vite di decine di migliaia di persone, l'aiuto della comunità ecclesiale alle Filippine

Il mondo cattolico si è mobilitato per aiutare un paese, le Filippine, dove la presenza cristiana è molto forte e la fede ha radici profonde. 
 
Il Santo Padre ha assicurato la sua preghiera già durante l'Angelus di Domenica 10 novembre "Desidero assicurare – ha detto Papa Francesco – la mia vicinanza alle popolazioni delle Filippine e di quella regione, che sono state colpite da un tremendo tifone. Purtroppo le vittime sono molte e i danni enormi. Preghiamo in silenzio e la Madonna per questi nostri fratelli e sorelle, e cerchiamo di far giungere ad essi anche il nostro aiuto concreto" (Asia News, 10 novembre);  ha anche stabilito un aiuto materialetramite il Pontificio Consiglio “Cor Unum”, che stanzierà 150 mila dollari per la ricostruzione e gli aiuti. (Il Sussidiario, 11 novembre).
 
Sul fronte della Chiesa italiana invece: “la Cei ha stanziato tre milioni di euro dai fondi derivanti dall’otto per mille, da destinarsi alla prima emergenza. Padre Edwin Gariguez, direttore di Caritas Filippine-Nassa, ha fatto sapere che «Haiyan è il più forte e devastante tifone che abbia mai colpito il Paese. Caritas Filippine, col supporto della rete Caritas, sta inviando localmente ulteriori aiuti umanitari e operatori specializzati, oltre a quelli già attivi, per raggiungere le zone più gravemente colpite e più remote»” (Famiglia Cristiana, 11 novembre).
 
E' fondamentale, infatti, fornire ora "un aiuto concreto e immediato", come ha sottolineato don Francesco Soddu, direttore di Caritas italiana, la quale ha donato centomila euro ed  ha iniziato una raccolta fondi: iban  IT 29 U 05018 03200 000000011113, presso Banca Popolare Etica – Roma. 
 
L'Azione Cattolica dal canto suo ha comunicato ai suoi iscritti che la AC invita “ad aderire, come singoli e come associazioni, alla raccolta straordinaria Caritas per le Filippine. Il Tifone Haiyan ha lasciato dietro di sé decine di migliaia di morti, feriti, dispersi, probabilmente con numeri molto superiori alle stime attuali. Il disastro si configura pertanto come “un’emergenza umanitaria di massa”, di altissimo livello per devastazione e complessità, vista l’alta densità della popolazione e la vastità del territorio colpito”. (Azione Cattolica, 11 novembre)
 
Sul fronte della presenza direttamente nelle provincie filippine colpite, la Camillian Task Force, che si occupa di emergenze sanitarie, si è già mossa e sta facendo un sopralluogo con medici e infermieri per allestire ospedali e aiuti. (Camilliani, 11 novembre)
 
Un container di aiuti alimentari e medici è in partenza per Cebu, la regione più colpita, dove Sant'Egidio ha aperto un centro di accoglienza per i bambini in una scuola (Sant'Egidio, 10 novembre)
 
 
 
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni