Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Testimoni di Geova: la non liceità delle immagini per adorare Dio

© Fred DE NOYELLE / GODONG

Jorge Martínez Lucena - Aleteia Team - pubblicato il 31/10/13

Notiamo che Dio chiede nuovamente che nella sua Dimora siano presenti le immagini di cherubini. Lo stesso avviene con il Tempio costruito dal re Salomone, come si può vedere nel libro dei Re, capitoli 6,7 e 8, e nel secondo libro delle Cronache, capitolo 3:

“D’oro fu rivestito tutto l’interno del tempio, e rivestì d’oro anche tutto l’altare che era nella cella. Nella cella [Salomone] fece DUE CHERUBINI DI LEGNO DI ULIVO, alti dieci cubiti. (…) Ricoprì le pareti del tempio con sculture e incisioni di cherubini, di palme e di boccioli di fiori, all’interno e all’esterno” (1Re 6, 22-23.29).

“Il re Salomone e tutta la comunità di Israele, convenuta presso di lui, immolavano davanti all’arca pecore e buoi che non si contavano né si calcolavano. I sacerdoti introdussero l’arca dell’alleanza del Signore al suo posto nella cella del tempio, cioè nel Santo dei santi, sotto le ali dei cherubini. Difatti i cherubini stendevano le ali sopra l’arca; essi coprivano l’arca e le sue stanghe dall’alto” (1Re 8, 5-7).

La costruzione è stata tanto gradita a Yahvè che la sua Gloria ha riempito il Tempio:

“Appena Salomone ebbe finito di pregare, cadde dal cielo il fuoco, che consumò l’olocausto e le altre vittime, mentre LA GLORIA DEL SIGNORE RIEMPIVA IL TEMPIO. I sacerdoti non potevano entrare nel tempio, perché la gloria del Signore lo riempiva. Tutti gli Israeliti, quando videro scendere il fuoco e la gloria del Signore sul tempio, si prostrarono con la faccia a terra sul pavimento, adorarono e celebrarono il Signore perché è buono, perché la sua grazia dura sempre” (2Cro 7, 1-3).

Yahvè ha inoltre siglato con il popolo questo impegno solenne:

“Ora i miei occhi sono aperti e i miei orecchi attenti alla preghiera fatta in questo luogo. Ora io mi sono scelto e ho santificato questo tempio perché la mia presenza vi resti sempre; e lì saranno sempre i miei occhi e il mio cuore” (2Cro 7, 15-16).

Un altro testo assai significativo è il seguente, in cui si constata come Dio ordini di costruire immagini:

“Allora il Signore mandò fra il popolo serpenti velenosi i quali mordevano la gente e un gran numero d’Israeliti morì. Allora il popolo venne a Mosè e disse: ‘Abbiamo peccato, perché abbiamo parlato contro il Signore e contro di te; prega il Signore che allontani da noi questi serpenti’. Mosè pregò per il popolo. Il Signore disse a Mosè: ‘FATTI UN SERPENTE e mettilo sopra un’asta; chiunque, dopo essere stato morso, lo guarderà resterà in vita’. Mosè allora fece un serpente di rame e lo mise sopra l’asta; quando un serpente aveva morso qualcuno, se questi guardava il serpente di rame, restava in vita” (Nm 21, 6-9).

Bisogna poi tener conto del fatto che i primi cristiani, quelli morti martiri negli anfiteatri romani, avevano immagini. Nelle catacombe sono state infatti rinvenute immagini e sculture risalenti ai primi secoli dell’era cristiana. Ricordiamo che nelle catacombe si celebrava l’Eucaristia e si seppellivano i corpi dei martiri. Tra le immagini spiccano l’agnello, il pesce, l’ancora, il Buon Pastore, la vite, le vergini sagge e quelle stolte, Noè, Davide, Mosè, Giona, Tobia, Gesù, Maria, i santi apostoli, la Vergine col Bambino Gesù e i re magi.

Qualche dato significativo: di San Pietro sono state trovate circa 300 rappresentazioni, del Buon Pastore circa 120 dipinti e 150 sculture, dell’adorazione dei magi circa 85. L’immagine più antica della Vergine Maria risale al II secolo.

Perché? È nel cristianesimo che si rende culto alle immagini, perché è la religione del Verbo incarnato ed è il Mistero del Natale, cioè della Natività del Signore, che ha dato luogo alle immagini.

LA VERITÀ:

Dio approva che si usino immagini per adorarlo.

  • 1
  • 2
Tags:
bibbiadioimmaginetestimoni di geova
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni