Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 13 Giugno |
Sant'Antonio da Padova
home iconStile di vita
line break icon

La Regione Lombardia approva la legge contro il gioco d’azzardo

@DR

Aggiornamenti Sociali - pubblicato il 18/10/13

Comprendere ed esplicitare gli interrogativi di senso sul perché giocare d’azzardo sia così attraente, è importante per riuscire ad alzare le difese immunitarie, promuovendo innanzitutto azioni formative sui rischi del gioco d’azzardo, informando le famiglie e le agenzie educative su questa nuova forma di dipendenza. Il termine “gioco” rischia di non allertare a sufficienza genitori ed educatori, e slogan come “gioca il giusto” o i vaghi richiami alla moderazione contenuti nelle pubblicità dei Monopoli di Stato non sono una prevenzione sufficiente.

Una ulteriore possibile via da percorrere potrebbe essere quella di fare rete tra tutte le realtà coinvolte, sostenendo commercianti e titolari d’impresa che rifiutano i guadagni provenienti dal gioco, offrendo visibilità a quanti si stanno mobilitando affinché i luoghi di socializzazione non siano contraddistinti dalla crescente presenza delle slot machine, marchingegni di solitudine; perché l’impoverimento non è solo di coloro che sono direttamente coinvolti nel gioco, ma dell’intero tessuto sociale.

Ma soprattutto, andando alla radice della questione del gioco d’azzardo, possiamo chiederci quale modello di società vogliamo. Non si potrà sconfiggere il gioco d’azzardo fino a quando verrà considerato un modello di sviluppo e non un disvalore, fino a che i soldi e l’iperconsumismo resteranno le ragioni di vita più importanti, fino a quando un forte desiderio (o bisogno?) di fare soldi avrà la meglio.

C’è da chiedersi se l’incoraggiamento di tali attività da parte dello Stato non contribuisca a diffondere una cultura in cui l’importanza del talento, dell’impegno e del lavoro viene sminuita. Proviamo a rimettere al centro la socialità, la cultura e i benefici del gioco vero.

  • 1
  • 2
Tags:
dipendenzagioco d'azzardosalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni