Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Enzo Decaro: Madre Teresa è stata per me “una vera benedizione”

@DR
Condividi

L’attore e docente universitario ricorda l’incontro con la Beata di Calcutta che ha segnato una svolta nel suo percorso spirituale

Dai temi della Smorfia accanto all'indimenticabile Massimo Troisi e Lello Arena, fino alle commedie di teatro e alle tante fiction televisive di successo che l'hanno visto protagonista. Enzo Decaro più che un attore poliedrico ama definirsi un ricercatore: “Vorrei fosse scritto sulla mia carta d'identità”, racconta in una intervista apparsa sulla rivista “A sua immagine” (5 ottobre).

E infatti la ricerca è parte della sua esistenza sia in quanto docente di scrittura creativa alla Facoltà di scienza della comunicazione all'università di Salerno sia in quanto uomo interessato al trascendente, alla spiritualità intercettata nelle cose più semplici, come la bellezza del creato.

Nell'intervista Decaro ricorda in particolare quella volta a Calcutta quando, impegnato nella realizzazione di una miniserie sulla Beata, ebbe il privilegio di conoscere Madre Teresa: “Una donna che rendeva grande ogni umile gesto, come il dare onore e pulizia agli intoccabili”. Conoscerla, ha continuato l'attore, è stato “una vera e propria benedizione e occasione di crescita, che ho visto direttamente all'opera in quello che definisco il suo 'bunker d'amore' a Calcutta. Ho potuto constatare direttamene come una donna minuta, tutta ossa, potesse trasformarsi, da un momento all'altro, in una specie di gigante di fede, forza, bellezza e riuscire a trascinare, con caparbietà e azione spirituale quotidiana, migliaia di persone in un contesto in cui molti di noi si sarebbero scoraggiati”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni