Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 24 Novembre |
Santi Andrea Dung Lac e 116 compagni
home iconApprofondimenti
line break icon

Berlusconi attacca e prepara una nuova discesa in campo?

© DR

Lucandrea Massaro - pubblicato il 19/09/13

Le reazioni al video messaggio del Cavaliere: ma può funzionare ancora questa narrazione?

Alla vigilia della decisione della Giunta per le elezioni del Senato circa la decandenza dal seggio per via della condanna definitiva sul processo Mediaset, Silvio Berlusconi ha inviato un nuovo lungo video-messaggio con cui – nei toni e nell'estetica – oltre a difendersi dalle accuse ha voluto rilanciare, tra accuse ed attacchi, il movimento che lo portò al Governo nel 1994: Forza Italia. In sostanza si è trattato, al netto di un lungo passaggio su un presunto accanimento giudiziario che lo vedrebbe come vittima politica della sinistra, di uno spot elettorale, una “chiamata alle armi” anzi alla “missione” per tutti coloro che sono con lui.

Le tematiche trattate vanno dalla pressione fiscale, all'eccessivo ruolo dello Stato, alla magistratura politicizzata passando per una richiesta diretta al popolo italiano di "ribellarsi" impegnandosi in politica direttamente e sostenendolo. Durissimo l'attacco agli alleati di Governo e al suo "avversario" imprenditore De Benedetti (sentenza Cir, nda). (Avvenire, 18 settembre).

“Prima ancora del merito, del consueto, violentissimo attacco alla magistratura, della ricostruzione del ventennio, della chiamata alle armi dei suoi «missionari della libertà», con tanto di citazione religiosa in chiusura, vagamente creazionista, é il tono che colpisce. Come in quei film con Stallone e Bruce Willis che tornano in missione tanti anni dopo, il benchmark del Cavaliere resta il solito, sospeso tra il meccanismo vittimario di René Girard e la modalità campagna-elettorale, la sola che veramente padroneggia.” (Europa Quotidiano, 19 settembre).
Il sociologo Alessandro Amadori, intervistato da Famiglia Cristiana, ha analizzato il discorso: «La forma è quella classica e dal punto di vista comunicativo anche efficace. I contenuti, invece, sono vecchi, gli permettono di parlare solo ai fedelissimi, a coloro che lo votano perché è Berlusconi e basta e dopo questo discorso sono di nuovo rigalvanizzati». E annota alcune “innovazioni”: «La gente ha sempre più bisogno di sentirsi partecipe del progetto, questo Berlusconi in parte lo ha capito quando nel finale esorta ad unirsi e lottare insieme, quando dice: “Scendete in campo anche voi”. Però, a differenza del Pontefice, mantiene una posizione asimmetrica, resta comunque il capo che chiama. Il Pontefice, invece, è riuscito a togliersi completamente la veste del capo per diventare testimone che è la forma più giusta per interpretare quest’ansia di partecipazione e soprattutto di incarnare il leader “catalizzatore” dove gli altri sono i protagonisti».  (18 settembre).
Ovvie le reazioni da parte del PD, in primis del suo segretario, Guglielo Epifani: “Ho trovato le dichiarazioni fatte da Silvio Berlusconi sconcertanti per i toni da guerra fredda usati e offensive verso il centrosinistra”Toni, ha rimarcato Epifani, “che noi non ci permetteremmo mai verso il centrodestra”. (sito ufficiale del PD, 18 settembre).
Invece nessuna replica al discorso del Cavaliere arriva da Magistratura democratica, che pure viene duramente attaccata nel video-messaggio: "Non siamo controparte politica di nessuno e non ci mettiamo a ribattere alle dichiarazioni di un condannato", ha detto il segretario di Md, Anna Canepa (Repubblica, 18 settembre).
"E' chiaro che il quadro politico delle larghe intese si va sfilacciando", il commento del vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, intervenuto stamani a 'Citofonare Adinolfi' su Radio Ies. "Dicono che bisogna arrivare con il governo Letta al semestre di presidenza italiana dell'Ue. Mi pare dura", ha spiegato, "di certo non si votera' nel 2015, alle elezioni si va prima". Quanto a Silvio Berlusconi, "penso che si dimettera' da senatore prima del voto, non accettera' la prepotenza di questa persecuzione che sta subendo", ha assicurato. (Agi, 19 settembre).
Tuttavia l'impressione generale è che il Governo Letta non subirà, almeno nell'immediato, scossoni e che Berlusconi, una volta date le dimissioni, si dedicherà ai servizi sociali per la sua pena, preparando contestualmente una campagna che porti presto alle elezioni. 

Tags:
silvio berlusconi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
KSIĄDZ PRZY OŁTARZU
Padre Bruno Esposito, OP
Breve ‘Vademecum’ per la nuova edizione del M...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
TEENAGER
Tom Hoopes
I 7 doni dello Spirito Santo rispondono a 7 n...
Giovanni Marcotullio
Vi spieghiamo perché la Messa comincia con il...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni