Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Matteo
home iconApprofondimenti
line break icon

La storia della Concordia è quella dell’Italia?

Lucandrea Massaro - pubblicato il 17/09/13

L'Italia è un mix di coraggio e viltà, la storia del naufragio dell'Isola del Giglio è una metafora del Paese

Difficile non lasciarsi andare al paragone tra la Costa Concordia e l'Italia. Ad un anno e mezzo dal naufragio sull'Isola del Giglio per una manovra tanto sbagliata quanto vile nel suo senso. La Costa Concordia è diventata in pochi giorni una metafora dell'Italia che per compiacere i potenti non fa il proprio dovere e finisce letteralmente a fondo. Una Italia che mentre tanti faticano e cercano di trovare riparo e soccorso dalle situazioni della vita quotidiana, si ritrova abbandonata a se stessa da chi dovrebbe guidarla e prendersi cura di essa. Esattamente come la storia di una nave e del suo comandante impegnato a compiacere la famiglia di un membro dell'equipaggio, mettendo a repentaglio la vita di migliaia di passeggeri. Con ben 34 morti nel conteggio fianle. Ma ora – mentre il Governo delle larghe intese dice che c'è la ripresa economica – ecco che quel pachiderma di metallo viene raddrizzato di fronte alla stampa mondiale e tutto viene fatto grazie al genio e alla capacità tecnica degli italiani. Ex bono malum potremmo dire. (Famiglia Cristiana, 17 settembre)
Ed è da una considerazione simile che parte un editoriale di Riccardo Bosi su Città Nuova, quando rammenta come “[…] di questa vicenda restino impresse nella nostra memoria collettiva non tanto le pur affascinanti tecniche di recupero e di raddrizzamento, ma ben altre verità: la coscienza che con le vite umane non si scherza mai, soprattutto in mare. Che il rischio di disastro ambientale che abbiamo corso ci sia di monito e spinga la comunità internazionale (e non solo quella italiana) a perseguire politiche ancora più severe di tutela del meraviglioso ambiente marino. Immaginate solo se al posto di una nave da crociera ci fosse stata una petroliera!
E soprattutto per ricordarci che “gli inchini” è bene non farli mai, di fronte a nessuno, se non davanti al Padreterno” (17 settembre)

Una lezione per tutti noi, una lezione pagata a caro prezzo: è ora di prendersi delle responsabilità, cioè di fare quel che va fatto anche quando non è conveniente.

Tags:
vittime
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni