Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Tutti i numeri della Gmg di Rio 2013

© Angelica Rocha
Condividi

Oltre 355 mila iscritti, 250 vescovi catechisti, 6100 giornalisti accreditati, 12 mila uomini per la sicurezza di Papa Francesco

La Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro è un appuntamento di fede e un incontro gioioso dei giovani di tutto il mondo con Papa Francesco ma anche un grande evento che può essere letto in termini di numeri e sforzo organizzativo.

Sono 355 mila, in maggioranza donne e con meno di 25 anni gli iscritti alla Gmg di Rio de Janeiro. Provengono da 175 Paesi del mondo. Gli italiani – con 7.700 iscritti – si posizionano al quarto posto nella graduatoria stilata per nazionalità e per numero di partecipanti. Sono il gruppo europeo più numeroso seguito dalla Francia. Per iscritti – spiegano gli organizzatori – s’intendono coloro che hanno bisogno di usufruire di tutta la struttura organizzativa, dai trasporti all’assistenza. Ad essi vanno quindi aggiunti i ragazzi di Rio de Janeiro che non hanno bisogno di servizi e ospitalità. Tra i 220 mila brasiliani iscritti alla Gmg, il 60 per cento viene dal Sud-Est del Brasile (Minas, San Paolo, Rio). Dall’Argentina sono già presenti 23.000 ragazzi. Seguono Stati Uniti con 10.200 iscritti; Cile con 9.200 e, subito dopo l’Italia, il Venezuela con 6.100 iscritti. Tra gli ospiti 127 mila giovani sono ospitati in famiglia; 227 mila nei collegi, parrocchie, club e cinquemila nelle scuole. (Agi 23 luglio).

Sono oltre 250 i vescovi di nazionalità diversa che hanno guidato, a partire da questo mercoledì, le catechesi sul tema della Giornata Mondiale della Gioventù. Scelti dal Pontificio Consiglio per i laici (Pcl), si trovano ogni giorno in una sede diversa. Il 24 luglio il tema è stato “sete di speranza, sete di Dio”. Il 25 si rifletterà su “essere discepoli di Cristo”. Il 26 i Vescovi mediteranno sul tema “missionari…andate!”. Le catechesi si svolgono in mattinata dalle 9.00 alle 13.00 e si concludono con la Santa Messa presieduta dal Vescovo Catechista. Durante la mattina, i pellegrini possono confessarsi e rivolgere domande al Vescovo.

A Copacabana e Guaratiba sono presenti più di 12 punti vendita di prodotti ufficiali della Gmg di Rio 2013 e uno anche alla Fiera Vocazionale, nel parco Quinta da Boa-Vista. Sono più di 500 i prodotti con più di 60 modelli di magliette con il logo della GMG Rio2013 ma negli stand è possibile acquistare anche borracce, cappellini, braccialetti, collane, spille. “I fedeli comprano solo prodotti ufficiali” è lo slogan della campagna dei prodotti ufficiali: il pellegrino che acquista i souvenir ufficiali, spiegano gli organizzatori, oltre ad aiutare a divulgare l’incontro della gioventù con il Papa, contribuisce ai costi dell’evento.

Inoltre lo “scambio” di souvenir tra pellegrini di paesi diversi fa parte della cultura della Giornata e con questo obiettivo il negozio ufficiale ha messo a disposizione diversi set di spille con il logo di tutte le edizioni della Gmg e vari temi. In questo modo i pellegrini possono scambiare tra loro questi “regalini”, oltre ai tradizionali oggetti portati dai Paesi di origine.

A Rio sono presenti circa 6.100 giornalisti accreditati, per la maggioranza brasiliani e dell’America Latina, come ha spiegato il direttore generale della Comunicazione della Gmg, mons. Marcio Queiroz, in un’intervista a Radio Vaticana (Asca 23 luglio). C’è stata qualche polemica sui costi della Gmg, anche per l’arrivo del papa: «“Si’, purtroppo, ci sono dei giornalisti – ha spiegato mons. Queiroz – che creano queste situazioni. Infatti, per quanto riguarda i numeri che sono usciti, uno di loro ha preso ad esempio il fatto che saranno 12 mila uomini a occuparsi della sicurezza del Papa. Quanto guadagnano questi uomini? Quanto costano al giorno? Allora, hanno fatto i conti e hanno visto che si andrà a spendere una certa cifra. Però di fatto, soldi pubblici dentro ai conti della Gmg non ci sono mai stati”».

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni