Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 09 Dicembre |
Immacolata Concezione
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Cattolici «à la carte»: certezze e contraddizioni della religiosità degli italiani

La Civiltà Cattolica - pubblicato il 05/07/13

Gli scenari della fede, secondo padre Sartorio, sono cambiati, specialmente in Europa e, nonostante il sincero impegno postconciliare per il rinnovamento, è subentrata una evidente stanchezza del credere, ricordata anche da Benedetto XVI, o almeno ci si rapporta alla fede adeguandosi alla mentalità odierna. La religione ha perso il vincolo dell’osservanza, per diventare sempre più oggetto di preferenza. L’individualismo del credere è un tratto culturale diffuso, per cui il percorso religioso non è più unico. Diventa selettivo, modellato su misura (à la carte) e sui propri gusti. La religione si assoggetta al criterio della preferenza, se non a quello dell’utilità, mentre quello della verità diventa secondario. La religione «non è importante che sia vera, ma piuttosto utile, cioè in grado di fornire al soggetto vitamine esistenziali per sopravvivere dentro il caos del mondo moderno. La salvezza che preoccupa […] è quella del qui e ora, che riguarda la propria integrità psico-fisica e un buon livello di soddisfazione personale. Molti dalla religione, o meglio dal mix religioso improvvisato a presidio del proprio io — spesso saccheggiando il patrimonio simbolico di più tradizioni religiose — si aspettano questo e non altro. Una salvezza nell’aldiquà più che nell’aldilà, per cui, quando si investe in un’opzione religiosa, si passa subito all’incasso. Se questo è scarso o nullo, si cambia opzione» (p. 94). Dio diventa perciò oggetto di un’esperienza che ciascuno vive adattandola alla propria identità profonda, o a quella che ritiene tale.

L’orizzonte e la ricerca di senso si sono ristretti. In realtà Dio scompare veramente non tanto quando vengono meno le pratiche religiose, ma quando le domande decisive non vengono più poste. Il discorso sulle cose ultime va riproposto in forme nuove, presentando soprattutto l’annuncio del destino di beatitudine dell’uomo. Altrimenti continuerà il fatto che «anche molti tra coloro che si proclamano cattolici non credono nell’aldilà e nella risurrezione. Un totale ko per la fede» (p. 105).

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
abortocattolicesimofedeitaliasesso
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni