Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 25 Gennaio |
Conversione di Paolo
Aleteia logo
Approfondimenti
separateurCreated with Sketch.

Lavoro minorile: un “furto di futuro” per tutta la società

fqibgmczdozpb6mwd6sqvdbtxsrrjqz_jco0xlkhs07a5fvpocgd6qblwlspmpla6rnui2qpkv7o5zon3dzu5klhiphf.jpg

Chiara Santomiero - pubblicato il 11/06/13

“Trattandosi di un fenomeno non monitorato – ha sottolineato Katia Scannavini ricercatrice di Save the children Italia – il lavoro minorile si presta a semplificazioni mentre è una questione sociale fondamentale che ha una valenza trasversale che riguarda salute, istruzione, mercato del reddito”. Non esclusa la radice culturale e la considerazione del valore del lavoro. “Molto spesso le famiglie – ha proseguito Scannavini – vedono la possibilità di occuparsi come un fatto positivo per i ragazzi e non come un condizionamento per il loro futuro”.

La realtà invece è molto diversa: quasi mai i ragazzi imparano un lavoro e sono introdotti all’alfabeto del lavoro in un contesto fatto di rapporti di forza e dinamiche violente. D’altra parte, cresciuti spesso in luoghi dove l’illegalità e lo sfruttamento sono la norma, non si aspettano niente e si accontentano anche di 1 euro all’ora per fare il cameriere o il muratore, trasportando sacchi di cemento su impalcature senza protezione. La scuola è lontana, poco stimolante, poco flessibile e difficile da conciliare con la necessità del lavoro, anche se si volesse. Le difficoltà economiche della famiglia spingono i ragazzi a scegliere di dare una mano come possono.

Soprattutto non hanno sogni: la maggior parte dei giovani intervistati si accontenta di vivere alla giornata, senza speranze. In un video proiettato durante la presentazione dei dati, un ragazzo confessa il desiderio di avere una pasticceria con la quale poter mantenere una famiglia e non essere solo. Un desiderio di futuro che, aggiunge subito dopo tornando al dialetto napoletano, “come stamme mò, nun se vede proprio”. La traduzione è intuibile.

  • 1
  • 2
Tags:
diritti umani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni