Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Teresa d'Avila
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Quello del papa non è stato un esorcismo ma una preghiera per un malato

Lucandrea Massaro - pubblicato il 21/05/13

Padre Lombardi: il pontefice “ha semplicemente inteso pregare per una persona sofferente che gli era stata presentata”.

Siamo nell'era della razionalità tecnica, apparentemente il “diavolo” non è che un residuo di un passato oscurantista, al massimo una metafora. Ed è questo che credono anche molti cristiani. Ma non il papa. Non di certo papa Francesco che di continua lo sfida apertamente nelle sue omelie, sin dalla sua elezione “o si prega Dio, o si prega il diavolo”. Nella lotta quotidiana per la Salvezza non ci sono “terze vie”.

Ecco perché domenica, quando di fronte alle telecamere ha imposto le mani su un sofferente, in molti hanno voluto dire “esorcismo!”, altra parola forte per la nostra epoca. Non c'è nulla di male, anzi l'esorcismo è una preghiera importantissima di liberazione dalle possessioni demoniache. Gesù conferisce questo potere ai suoi apostoli, anzi è la conferma che di essere un servo di Dio la possibilità di chiedere questa Grazia. Tuttavia, al di là del fatto che il papa non ha praticato un esorcismo, è apparso a tutti come plausibile proprio perché, forte del suo cattolicesimo carismatico tipico del Sud America, non ha paura di misurarsi direttamente col Nemico (Blog Stanze Vaticane, 21 maggio)

Si diceva dell'equivoco in cui molti sono incorsi anche a causa di un video promo mandato nelle ore successive proprio da Tv2000, l'emittente televisiva dei vescovi italiani, che col suo programma “Vade Retro” ha voluto immediatamente prepararsi a spiegare il gesto del vescovo di Roma. In serata, tuttavia, il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, ha poi chiarito che l’intenzione del papa era quella di pregare per una persona sofferente e non di esorcizzarla (La Stampa, 21 maggio).

L'esorcismo è uno dei cosiddetti “sacramentali” e nello specifico esso accade : “Quando la Chiesa domanda pubblicamente e con autorità, in nome di Gesù Cristo, che una persona o un oggetto sia protetto contro l'influenza del maligno e sottratto al suo dominio, si parla di esorcismo. Gesù l'ha praticato; è da lui che la Chiesa deriva il potere e il compito di esorcizzare. In una forma semplice, l'esorcismo è praticato durante la celebrazione del Battesimo. L'esorcismo solenne, chiamato « grande esorcismo », può essere praticato solo da un presbitero e con il permesso del Vescovo. In ciò bisogna procedere con prudenza, osservando rigorosamente le norme stabilite dalla Chiesa. L'esorcismo mira a scacciare i demoni o a liberare dall'influenza demoniaca, e ciò mediante l'autorità spirituale che Gesù ha affidato alla sua Chiesa” (Catechismo della Chiesa Cattolica n. 1673).

Tags:
esorcismopapa francescopentecoste
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
4
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
5
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni