Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Qual è il ruolo di un direttore spirituale?

Condividi

Aiuta a discernere la voce di Dio nella propria vita

L'obiettivo della direzione spirituale, che ha sempre fatto parte della tradizione cristiana, è aiutare la persona a sviluppare una relazione più profonda con Dio e a discernere meglio l'azione dello Spirito Santo nella propria vita. In poche parole, l'obiettivo è aiutare una persona a diventare più santa. Ci si può chiedere se sia davvero necessario avere un direttore spirituale se già si leggono la Bibbia e il Catechismo, si ricevono regolarmente i sacramenti e ci si circonda di amici timorati di Dio. Avere un direttore spirituale non è strettamente necessario, ma in genere serve una guida extra se si vuole avanzare più rapidamente nella propria vita con Dio, soprattutto attraverso una preghiera più profonda. Dio ha designato la persona umana a camminare sulla via della santità non in solitudine, ma in compagnia di altri.


Come aiuta un direttore spirituale? In primo luogo, è importante capire che non bisogna pensare al direttore spirituale come al proprio oracolo personale che vede segretamente il nostro futuro, che saprà dirci esattamente cosa fare in ogni circostanza particolare. È un compagno che ci aiuta ad andare verso la voce di Dio, non sa necessariamente ciò che Egli ci sta dicendo! Dio è sempre il vero Direttore.

Un buon direttore spirituale è una guida che conosce gli insegnamenti della Chiesa e ci offre sempre un consiglio mediante l'osservanza fedele di questi. Ci aiuterà, attraverso la riflessione sugli eventi della nostra vita e pregando con noi, a diventare più presenti nella nostra relazione con Dio e a capire meglio i modi sottili in cui Egli può “contattarci”. Può poi aiutarci a discernere quali pratiche spirituali o quali metodi di preghiera sono più adatti a noi.

I direttori spirituali possono essere membri del clero o laici, maschi o femmine. Le qualità che assicureranno la loro capacità di svolgere il proprio ruolo sono una fede matura e ben informata, la vita di preghiera e la capacità di ascoltare, di incoraggiare e sfidare il loro incarico spirituale in vista di una maggiore consapevolezza dell'azione e della chiamata di Dio nella loro vita.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni