Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 18 Aprile |
Beata Savina Petrilli
home iconNews
line break icon

Israele: tributo di Shimon Peres a papa Giovanni XXIII

Silvia Costantini - pubblicato il 30/04/13

Il Capo di Stato ricorda Angelo Roncalli come un “leader” contro il razzismo e l’antisemitismo

Papa Giovanni XXIII è stato un “leader” nella lotta contro l’antisemitismo e il razzismo, a cui ha contrapposto il dialogo e il rispetto della persona umana, secondo Shimon Peres, presidente dello Stato d’Israele.

È questo il profilo disegnato dal Premio Nobel della Pace in un video messaggio realizzato in occasione  della conferenza internazionale “Onorando la memoria di Papa Giovanni XXIII”, organizzata il 29 aprile nel Konrad Adenauer Conference Center. “La sua vita splende come un contributo per le nostre vite”, ha spiegato Peres, nel suo intervento.

Le sue parole si inseriscono nella serie di interventi di leader religiosi di varie religioni, e di riconosciuti accademici d’Israele, Italia, Germania ed altri paesi del mondo su Angelo Roncalli, “la Shoah, il Popolo ebreo, e lo Stato d’Israele”.

In questo contesto, il “papa buono”, è stato proposto come “giusto tra le nazioni”, riconoscimento dato in Israele agli stranieri che hanno contribuito a salvare la vita di ebrei durante l’Olocausto.

 “Credo che un ‘leader’ sia chi partecipa nel grande esodo dalla schiavitù alla casa della libertà”, ha detto Peres, “in cui non ci sono persone inferiori o superiori…  Noi siamo nati a immagine di Dio”.

“Giovanni XXIII ha combattuto contro il razzismo, l’antisemitismo. Ha cambiato le relazioni tra noi”, ebrei  e cristiani, in allusione ai cambiamenti inseriti nei rapporti tra le due religioni dal Concilio Vaticano II.

Peres ha quindi sottolineato che “possiamo essere differenti, ma non stranieri, differenti ma non superiori, possiamo essere differenti e rispettare la vita di ciascuno di noi”.

Angelo Giuseppe Roncalli, papa Giovanni XXIII, ha detto finalmente il Capo di Stato, “ha partecipato a questo storico percorso dalla casa della schiavitù alla casa della libertà”.

Tags:
antisemitismogiovanni xxiiiolocaustorazzismoshimon peres
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni