Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 13 Agosto |
San Giovanni Berchmans
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Cosa devo fare al momento dello scambio del segno di pace?

pc_r0svlosgf6d9ao0rauewaqbmf7h8_azcndvxan1utf2ifn8dvjdjgfwlbfleyxoudvsykhqpmbdr2-5ee5wkr_n_8.jpg

©ALESSIA GIULIANI/CPP

don Enrico Finotti - pubblicato il 03/04/13

E' corretto solo con le persone sedute al mio stesso banco?

Il segno della pace lo si comprende soltanto se lo si coglie nella sua natura liturgica, riscattandolo dal suo essere un semplice rapporto umanitario. Si tratta non tanto di manifestare una simpatia e solidarietà umana, ma di trasmettere ai fratelli la pace che scende dal cielo e che Cristo consegna dall’altare del suo sacrificio. E’ quindi un gesto soprannaturale e di chiara natura cultuale. Per questo deve ispirarsi a sobrietà e sacralità sia nel gesto come nelle parole. Il gesto ha la sua forma più compiuta nell’antico bacio di pace, le parole nell’augurio liturgico:La pace sia con te. E con il tuo spirito. Realizzare uno scambio della pace con i gesti e le parole che abbiamo ricevuto dalla tradizione liturgica assicura la riuscita e l’efficacia specifica del rito della pace. E’ evidente che è sufficiente un saluto rivolto alle persone più prossime, il di più provoca distrazione e abbassa ad un livello secolare un gesto che è di sua natura sacro.

Tags:
liturgia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni