Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 09 Maggio |
Santa Louise de Marillac
home iconNews
line break icon

Il “capolista” africano: il cardinale Peter Turkson

©EMANUELA DE MEO/CPP

padre Antonio Spadaro - pubblicato il 08/03/13

Per questo, Turkson è considerato da alcuni economicamente troppo di sinistra. Nel 2011, il suo Consiglio ha diffuso un documento intitolato “Per una riforma del sistema finanziario internazionale nella prospettiva di un’Autorità pubblica a competenza universale”, che ha propugnato una vera autorità politica mondiale per regolare un’economia globalizzata. Per i conservatori che diffidano di un unico governo mondiale e di un unico sistema economico globale, il suggerimento è bizzarro e allarmante.

Con un zio musulmano, infine, e il conflitto tra islam e cristianesimo sempre in fermento in Africa, Turkson porterebbe il problema africano in cima alle preoccupazioni della Chiesa.

Un papa africano come il cardinale Turkson significherebbe uno spostamento rivoluzionario del centro di gravità ecclesiale. Sarebbe un pontificato di giovinezza, dinamismo e speranza, e di ritorno ai principi e alle priorità fondamentali della Chiesa: la proclamazione del Vangelo a un mondo bisognoso.

In questo modo, ironicamente, un papa africano potrebbe far di più per rievangelizzare l’Europa e il Nordamerica che un papa proveniente da un Paese sviluppato. Il drammatico cambiamento a livello di consapevolezza e rinnovamento delle priorità potrebbe risvegliare il mondo occidentale, sazio di materialismo, confuso dal relativismo e disperato nella sua decadenza e autoreferenzialità.

Una scelta di questo tipo significherebbe per i cardinali elettori assumere un grande rischio e donare al mondo una sorpresa scioccante, ma se la storia del pontificato ci ha insegnato qualcosa è che si tratta di un’istituzione piena di sorprese.

  • 1
  • 2
Tags:
conclavepapabili
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni