Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 27 Febbraio |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Verso il Conclave: i cardinali al lavoro

Chiara Santomiero - pubblicato il 01/03/13

Iniziano gli adempimenti in vista dell'elezione del prossimo papa

“Compio il dovere di comunicare ufficialmente a Vostra Eminenza la notizia della vacanza della Sede apostolica per la rinunzia presentata da parte del Papa Benedetto XVI, ed effettiva da ieri sera, 28 febbraio, alle ore 20,00 di Roma. Al comunicarle quanto precede, compio il dovere di convocare Vostra Eminenza alla prima delle Congregazioni generali del Collegio cardinalizio, da tenersi lunedì 4 marzo alle ore 9.30 nell'Aula Paolo VI, Sala del Sinodo dei vescovi”.

E' un passaggio della lettera che tutti i componenti del collegio cardinalizio – 207, tra elettori e non elettori – hanno ricevuto oggi da parte del decano del collegio, cardinale Angelo Sodano.

Secondo la costituzione apostolica Universi Dominici Gregis (n.2), durante il tempo in cui la Sede apostolica è vacante, il governo della Chiesa per la gestione degli affari ordinari o per quelli che non possono essere rimandati, spetta al Collegio dei cardinali. Spetta anche al Collegio la “preparazione di quanto è necessario all'elezione del nuovo Pontefice”.

Per questo motivo i cardinali si riuniscono nelle Congregazioni generali, dette “preparatorie”, la cui prima riunione è stata fissata il 4 marzo. Nella lettera del decano non è indicata la seconda riunione che invece è già prevista alle 17 dello stesso lunedì. Saranno poi i cardinali riuniti a decidere il ritmo di lavoro dei giorni successivi, dedicato ad esaminare questioni riguardanti la Chiesa e il confronto reciproco, che sfocerà nella decisione della data di inizio del Conclave a cui parteciperanno solo i cardinali elettori (al momento 115).

Questo venerdì mattina, come ha riferito ai giornalisti il portavoce della sala stampa vaticana padre Federico Lombardi, si è svolta una riunione tecnica proprio per organizzare lo svolgimento della congregazione a cui hanno partecipato, tra gli altri, il cardinale decano Angelo Sodano, il vice-camerlengo Pierluigi Celata e il segretario del collegio cardinalizio, monsignor Lorenzo Baldisseri. Si è iniziato a "discutere degli argomenti da trattare, riprendendo in mano la costituzione apostolica stessa che indica come si svolgono le congregazioni generali e quali sono i primi argomenti da trattare".

Lombardi ha affermato, anche in base alle indicazioni ricevute dal cardinale decano, che “non ci si può aspettare di avere la data del Conclave già lunedì” perché la giornata sarà dedicata ad adempimenti protocollari e, inoltre, sarà necessario aspettare i cardinali che eventualmente non fossero ancora arrivati a Roma.

“Il Collegio cardinalizio – ha spiegato Lombardi – ha bisogno di un minimo di tempo perché i cardinali possano incontrarsi ed affiatarsi, senza affrettare una decisione che sarebbe vincolante e rischierebbe di comprimere troppo il tempo della riflessione”.

Intanto il cardinale Tarcisio Bertone, ora camerlengo di Santa Romana Chiesa, ieri sera alla 20 ha apposto i sigilli all'appartamento del papa nel palazzo apostolico vaticano, accompagnato dai monsignori della Camera apostolica (tra gli altri, il vice-camerlengo Celata e l'uditore generale Sciacca), oltre al 'sostituto' della segreteria di Stato Becciu. Oggi il vice camerlengo, mons. Pierluigi Celata, ha compiuto la stessa operazione nell'appartamento papale che si trova in San Giovanni in Laterano.

Le immagini del Centro televisivo vaticano hanno mostrato che Bertone portava una 'ferula', bastone di autorità che gli spetta da quando, cessata la funzione di segretario di Stato, è entrato in funzione in qualità di camerlengo. Oltre ad un sigillo in ceralacca su un nastro rosso che chiude la porta dell'appartamento, sono stati apposti anche delle strisce adesive per bloccare l'ascensore che dalla seconda loggia (Segreteria di Stato) sale alla terza, dove risiede abitualmente il pontefice.

Alle 20 e un minuto, giovedì, la Segreteria di Stato ha inoltre inviato notizia a tutte le sedi diplomatiche che la sede era vacante e che l'autorità competente è rappresentata dal decano del Collegio cardinalizio, Angelo Sodano, e dal sostituto della Segreteria di Stato, mons. Angelo Becciu, per le rispettive competenze.

Tags:
cardinaliconclavepapabili
Top 10
See More