Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Che cosa vuol dire che Dio è Padre?

Condividi

Benedetto XVI continua la riflessione sul Credo

Nell'udienza generale del 30 gennaio, Benedetto XVI ha continuato la riflessione iniziata sul Credo soffermandosi soprattutto sulla definizione di Dio come Padre.

Al giorno d'oggi, ha riconosciuto, non è sempre facile parlare di paternità, perché soprattutto nel mondo occidentale molti fattori possono impedire un rapporto sereno e costruttivo tra padri e figli: “le famiglie disgregate, gli impegni di lavoro sempre più assorbenti, le preoccupazioni e spesso la fatica di far quadrare i bilanci familiari”.
 

Se mancano modelli adeguati di riferimento, può diventare problematico anche immaginare Dio come padre. Le Scritture e soprattutto i Vangeli ci aiutano però rivelandoci il volto di Dio come Padre che ama fino al dono del proprio Figlio per la salvezza dell’umanità, un Padre “che non abbandona mai i suoi figli, un Padre amorevole che sorregge, aiuta, accoglie, perdona, salva, con una fedeltà che sorpassa immensamente quella degli uomini, per aprirsi a dimensioni di eternità”.
 

“L’amore di Dio Padre non viene mai meno, non si stanca di noi”, che possiamo affrontare tutti i momenti di difficoltà e di pericolo sorretti dalla fiducia che Egli “non ci lascia soli ed è sempre vicino, per salvarci e portarci alla vita eterna”. La paternità di Dio è allora “amore infinito, tenerezza che si china su di noi, figli deboli, bisognosi di tutto” (Vatican.va, 30 gennaio).

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.