Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Gennaio |
Sant'Agnese
home iconChiesa
line break icon

Il neoateismo? Risposte sempliciste che non soddisfano

Avvenire - pubblicato il 29/10/12

Il fenomeno sta “perdendo il suo carattere di novità”

Il neoateismo sta perdendo consensi ovunque. E la conseguenza è non di rado un rinnovato interesse per il cristianesimo. Il successo del neoateismo sembra giunto al capolinea, e la conseguenza di questa perdita di consensi è spesso un rinnovato interesse per la religione cristiana. Lo ha sottolineato proprio un convertito, Alister McGrath, oggi filosofo e teologo anglicano tra i più apprezzati al mondo, docente al King’s College di Londra e presidente dell’Oxford Centre for Christian Apologetics.



“La nascita del nuovo ateismo ha creato un interesse culturale su Dio”, ha indicato, confessando che nei suoi dibattiti con i nuovi atei li ha spesso “ringraziati per aver suscitato una nuova curiosità sulle tematiche della religione, di Dio e del senso della vita” (Avvenire.it, 27 ottobre).



Il fenomeno del neoateismo, ha constatato, sta tuttavia “perdendo il suo carattere di novità”: “si tratta di semplici slogan che oggi vengono visti come semplicisti, e non come asserzioni accurate di sintesi intellettuale”, e molti di coloro che una volta pensavano che il nuovo ateismo offrisse buone risposte alle grandi domande della vita “oggi stanno capendo che esso offre semplici frasi fatte che non soddisfano gli interrogativi profondi”.


 
A questo proposito, ha ricordato che varie persone si sono convertite al cristianesimo come risultato della loro lettura dei libri del neoateo Richard Dawkins. Molti, infatti, hanno letto Dawkins “con l’aspettativa di trovarvi sofisticate risposte alle grandi questioni della vita”, riscontrando invece “qualcosa di inadeguato e superficiale”. “Ma hanno mantenuto aperta questa loro sete di domanda e hanno trovato la risposta nel cristianesimo”.

Tags:
ateismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
4
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
DIAKON
Arcidiocesi di San Paolo
Perché un pezzo di Ostia consacrata viene collocato nel calice?
7
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni