Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Gennaio |
Santi Timoteo e Tito
home iconChiesa
line break icon

“Spiritualità sì, religione no”

Mirko Testa - pubblicato il 02/10/12

La filosofia di chi non cerca un centro di gravità permanente

Riscuote sempre più successo lo stile di vita del “Sono spirituale ma non religioso”. Ma cosa c'è dietro questo atteggiamento? Le istituzioni come le Chiese sono considerate rigide e coercitive, ma non ci sarà forse dietro un tentativo di sfuggire alle responsabilità e scegliere solo l'aspetto più semplice e meno impegnativo?

Per Alan Miller, co-direttore del The New York Salon, il ritornello sempre più ossessionante del “Sono spirituale, ma non religioso” è “uno degli aspetti più retrogradi della società contemporanea” e sottolinea “l'implosione della fede che ha colpito al cuore la società occidentale” (Religion.blog.cnn.com, 29 settembre).

Ad essere interessati da questo nuovo “movimento” – che in realtà non si può definire propriamente tale perché ciò presupporrebbe un aspetto organizzativo invece mancante – sono soprattutto i giovani, anche se studi recenti hanno indicato che la gente non ha realmente smesso di credere in Dio, ma si è allontanata dalle istituzioni formali.

“Sembra che il semplice fatto di far parte di un'istituzione religiosa sia oggi associato a qualcosa di negativo, spaziando dal diritto religioso all'abuso di bambini fino alle Crociate e ovviamente al terrorismo contemporaneo”, ha osservato Miller.

Quanti dicono di essere spirituali ma non religiosi sostengono che essendo indipendenti – “scegliendo un 'rapporto individuale' con qualche concetto di 'potere superiore', energia, unicità ecc.” – sono in una relazione più profonda rispetto a chi è inserito in un'istituzione ampia come una Chiesa.

Un atteggiamento di questo tipo “si adatta al messaggio che stiamo ricevendo sempre più frequentemente per cui 'sentire' qualcosa in qualche modo è più puro e forse più 'vero' che doversi adattare alla dottrina, alle pratiche, alle regole e alle osservazioni di un'istituzione formale”.

L'approccio “spirituale ma non religioso” vede l'essere umano come qualcuno che “vuole semplicemente sperimentare 'cose belle' e 'sentirsi meglio'. C'è una ben scarsa trasformazione, e nulla che sottolinei un qualsiasi tipo di progetto che possa ispirarci o modificarci”.

Secondo Miller, alla base di questo atteggiamento c'è il fatto di non voler prendere decisioni. “Prendete posizione!”, esorta. “Quale? Credere in Dio e nella Scrittura o impegnarsi nei confronti dell'ideale illuministico della conoscenza basata sull'uomo, della ragione e dell'azione? Essere spirituali ma non religiosi evita di dover pensare troppo al fatto di dover decidere”.

Tags:
religionespiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni