Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 24 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

I media, non più solo “strumenti”, ma “vero e proprio ambiente di vita”

Aleteia - pubblicato il 24/09/12

Che linguaggio usare per annunciare Cristo all'uomo di oggi?

I media rappresentano una sfida e un'opportunità per l'azione evangelizzatrice della Chiesa, chiamata a interrogarsi su come annunciare Cristo all'uomo di oggi.

Come annunciare Cristo all'uomo contemporaneo, sempre più tecnologico ma anche sempre più sommerso da messaggi e informazioni e inserito in un mondo digitale impersonale che sembra contrastare con la personalità del rapporto con Dio?

L'arcivescovo Claudio Maria Celli, presidente del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, se lo è chiesto in “La questione di Dio nel continente digitale”, testo pubblicato su “L’Osservatore Romano” (CyberTeologia, 20 settembre 2012) in cui sottolinea come nel corso degli anni ci sia stato un passaggio di visione nei confronti dei media.

Se il decreto conciliare Inter mirifica (1963) affermava che la Chiesa “ritiene suo dovere servirsi anche degli strumenti della comunicazione sociale per predicare l’annuncio di questa salvezza ed insegnare agli uomini il retto uso degli strumenti stessi” (n. 3), considerando quindi i media degli “strumenti”, con la scoperta e la diffusione delle nuove tecnologie essi sono diventati “un vero e proprio ambiente di vita”, rappresentando una sfida ma anche un'opportunità per l’azione evangelizzatrice della Chiesa.

“La tensione nella ricerca della verità, che costituisce la più autentica dimensione della dignità dell’uomo, deve farsi spazio in una molteplicità di informazioni, che assalgono l’uomo odierno nel suo cammino esistenziale. Si tratta anche della ricerca, a volte sofferta, di Dio”.

In questo contesto, per monsignor Celli servono “audacia e saggezza” nel ministero pastorale “per trovare altre vie e capacità di usare nuovi linguaggi per evangelizzare”, puntando sul “carattere eminentemente interpersonale dell’evangelizzazione” e sulla “testimonianza a tutto campo”.

E qui il messaggio di Benedetto XVI per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali del 2010 ci aiuta a fare ulteriormente luce: “lo sviluppo delle nuove tecnologie e, nella sua dimensione complessiva, tutto il mondo digitale rappresentano una grande risorsa per l’umanità nel suo insieme e per l’uomo nella singolarità del suo essere e uno stimolo per il confronto e il dialogo. Nessuna strada, infatti, può e deve essere preclusa a chi, nel nome del Cristo risorto, si impegna a farsi sempre più prossimo all’uomo”.

Top 10
See More