Aleteia

Segui queste 5 regole genitoriali tribali?

Birukov | Shutterstock
Condividi
Commenta

Ecco mamme moderne che non usano passeggini, esortano a dormire insieme e altro

Quando mia moglie ed io abbiamo avuto il nostro primo figlio, abbiamo letto avidamente tutti i libri su come diventare bravi genitori nel mondo moderno. Abbiamo comprato il fasciatoio, la culla, il seggiolone, la sdraietta e molte altre cose. Cinque bambini e molte lezioni a suon di batoste dopo, tutto era da buttar via. Nel corso del tempo, il modo in cui interagivamo con i nostri figli nei loro primi anni è drammaticamente cambiato, e man mano che incontravamo altri genitori capivamo che non eravamo soli.

Molte madri e molti padri stanno tornando agli stili genitoriali di una volta, più semplici. Spesso il cambiamento è graduale e si verifica in modo naturale. Abbiamo capito che tenere il nostro bambino stretto in una fascia riduceva il pianto. Alla fine ho ammesso che i nostri bambini non volevano che li nutrissi con una bottiglietta, e la mamma ha iniziato ad allattarli a richiesta. Ancora una volta, meno pianto. Abbiamo smesso di preoccuparci tanto dei momenti in cui dovevano mangiare o fare il sonnellino o se dormivano nel lettone con noi. Dopo che abbiamo trovato lentamente il nostro ritmo, la vita è filata più liscia per tutta la famiglia. Nel nostro caso, dovevamo semplicemente imparare ad essere genitori in un modo più tradizionale e rilassato, che si adattasse alle nostre necessità e a quelle dei nostri figli.

Essere genitori è un’avventura selvaggia e travolgente, e per quanto ci possa piacere il fatto di credere che le tecniche genitoriali moderne e scientifiche possono rimuovere tutti i fattori di disturbo e migliorare tutte le pratiche genitoriali tradizionali, in base alla mia esperienza non è così. Nessuno vuole ritirarsi completamente nel passato, ma forse è il momento di dare un’altra occhiata alla saggezza della genitorialità tradizionale.

Non c’è bisogno di tirare a indovinare come potrebbe essere, perché ci sono ancora molti luoghi nel mondo in cui c’è un grande sostegno comunitario a queste pratiche genitoriali naturali. Di recente, il fotoreporter Jimmy Nelson ha condiviso un video relativo alla sua esperienza sul vivere con 35 gruppi sociali tribali. In oltre 28 anni di lavoro ha imparato una lezione sorprendente: la saggezza materna delle generazioni precedenti continua ad essere la guida migliore per allevare figli felici.

Nel video, Nelson elenca otto lezioni genitoriali che ha imparato dalle culture tribali, molte delle quali quasi del tutto scomparse nei Paesi occidentali. Nelson chiede poi se seguiremmo l’esempio di questi genitori. Ho deciso di porre la stessa domanda a genitori che hanno già adottato alcune delle lezioni scoperte dal fotogiornalista.

I bambini non dovrebbero conoscere la solitudine

“È l’elemento più importante nell’allevare i miei figli. Il nostro rapporto è migliore per questo, e i nostri figli sanno che ci dedichiamo a loro dall’inizio alla fine” – Wendy, madre di tre figli

I bambini non piangono se si soddisfano le loro necessità di contatto

“Il pianto è una risposta di stadio avanzato a un bisogno non soddisfatto, e allora non sorprende che un bambino di cui vengono soddisfatte le necessità sia fisiche che emotive (con il contatto e il nutrimento) non pianga molto” – Amber, madre di cinque figli

Niente passeggini! La cosa migliore per i bambini è essere avvolti e portati addosso

“Non so come avvolgere i bambini, ma adoro la vicinanza e la gioia che sperimentano i miei figli quando me li metto addosso. Siamo entrambi a nostro agio, e mi dà flessibilità per camminare, andare all’Orto Botanico o sentire musica mentre lavo i piatti quando non dormono” – Chris, padre di quattro figli

Dormire insieme è del tutto normale

“Dormire insieme è accaduto quasi per caso dopo che avevamo più di un figlio. Svegliarsi per far mangiare un bambino di notte può essere molto stancante, e quando hai figli più grandi a cui badare durante il giorno non hai tempo per essere stanco. Con il piccolo a letto con me riesco a nutrirlo di notte senza svegliarmi completamente. È straordinario come Dio abbia progettato il corpo delle madri perché risponda ai bisogni dei figli, perfino quando la madre sta dormendo! Quando mio figlio dorme accanto a me, noto tutti i suoi movimenti, e lui mangia senza che nessuno dei due si svegli del tutto. Questo mi fa dormire di più, il che mi rende più felice, il che a sua volta rende più felice tutta la mia famiglia” – Carrie, madre di quattro figli

“Amo dormire con i miei bambini non solo perché è comodo, ma anche per i benefici per la salute del bambino, per il legame che promuove tra di noi, la pace che dà alle nostre notti con meno pianto e il fatto che come risultato la mattina mi sento del tutto riposata visto che né il bambino né io ci siamo svegliati completamente durante la notte” – Lindsay, madre di due figli

La genitorialità è una responsabilità condivisa con la comunità


“Il bambino è sempre con qualcuno, anche se si tratta della sua sorellina di due anni. È straordinario vedere l’istinto materno anche in bambine molto piccole” – Chelsie, madre di due figli

Date un’occhiata a questo video:

E voi? Siete d’accordo con queste lezioni o avete qualche suggerimento genitoriale che non viene menzionato in questa sede? Condividetelo con noi nello spazio riservato ai commenti!

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni