Aleteia

Bella è una principessa cattolica?

Condividi
Commenta

5 lezioni dalla protagonista atipica e con grandi valori de La Bella e la Bestia

Abbiamo tutti una principessa Disney preferita. La mia è sempre stata Bella, ma non mi ero mai soffermata davvero a pensare al motivo. In mezzo al clamore che circonda l’uscita della versione de La Bella e la Bestia con Emma Watson, ho deciso che era il momento di pensarci, e ho scoperto la ragione: Bella incarna molti valori con cui mi identifico, come donna e come cattolica.

1. È una luce nell’oscurità

Bella è arrivata al castello della Bestia per fare di più che rompere l’incantesimo. Anche se all’inizio la Bestia non l’ha trattata bene e malgrado le circostanze dell’imprigionamento di lei, Bella è sempre stata gentile nei confronti di chiunque, e in seguito non ha esitato a rimanere con la Bestia e a guarirla quando ha visto che era stata attaccata dai lupi.

Prima che arrivasse lei, il castello era un luogo oscuro e triste, mentre poi è diventato una dimora felice di danze, letture e canto. Bella ha ripristinato la fede e la speranza di chiunque. Ha perfino spinto la Bestia a prendersi cura del suo aspetto, a migliorare i suoi modi a tavola e a ripulire la biblioteca del castello, che ha trasformato in un luogo migliore per chiunque ci vivesse.


LEGGI ANCHE: Le principesse di oggi di fronte alla scelta tra il principe e il drago


2. L’importanza della famiglia

Bella non ha solo sostenuto suo padre, Maurice, nella sua opera inventiva, ma ha sacrificato la propria libertà per la sua, e in seguito, quando ha visto attraverso lo specchio che il padre aveva bisogno di lei, anche se provava già dei sentimenti per la Bestia, ha lasciato il castello per cercare Maurice nella foresta e ha fatto tutto il necessario perché la sua salute si ristabilisse.

3. Senso di giustizia

Bella è una donna curiosa che cerca sempre di indagare sulle cose e di vedere le due facce della medaglia in qualsiasi situazione prima di lasciarsi andare a giudizi. La sua ricerca di ciò che è vero e giusto raggiunge l’apice quando vede che gli abitanti del suo villaggio vogliono linciare la Bestia a causa degli intrighi di Gaston. Bella fa tutto il possibile per fuggire dalla cantina in cui era stata rinchiusa e si lancia subito in difesa della Bestia, senza pensarci due volte o serbare rancore per quello che ha fatto in passato a lei e a suo padre.


LEGGI ANCHE: 8 imperdibili lezioni di vita dei film Disney. Per grandi e piccoli


4. Percepire la bellezza interiore

È il valore più evidente di Belle. I primi cinque minuti del film mostrano chiaramente che la bellezza interiore è al centro di questa storia: gli spettatori ne sono avvertiti perché il principe – che era molto egoista, rude e viziato – è stato trasformato nella Bestia perché ha respinto una donna anziana (che in realtà era una strega) per via del suo aspetto; la vecchia strega gli aveva offerto una rosa in cambio di un alloggio in una notte fredda e lo aveva avvertito di non lasciarsi ingannare dalle apparenze. Ma lui non le ha dato retta.

Bella, dall’altro lato, si lascia sempre guidare dal suo cuore e vede oltre ciò che è ovvio. Riesce a vedere oltre il bell’aspetto di Gaston quando molti dei suoi compaesani non ci riescono, e si innamora della Bestia per com’è, non per come sembra – una cosa che il vanitoso Gaston non riesce a capire o ad accettare, il che porta alla fine alla sua tragica fine.


LEGGI ANCHE: Claire, una bambina di 3 anni canta con suo papà la canzone del film Rapunzel, campione di incassi della Walt Disney


5. Il potere dell’amore

L’unico modo per spezzare l’incantesimo che ha colpito la Bestia è che si innamori di qualcuno che lo ricambia. È una storia che parla di redenzione e riconciliazione (soprattutto con se stessi, quando si è fatto qualcosa di sbagliato). La Bestia diventa umana solo quando impara ad amare, ed è questa la dinamica che muove tutta la storia verso la felicità di tutti i suoi personaggi.

In generale, penso che tutti i film della Disney abbiano valori positivi (come “il bene trionfa sempre”), e aspetti molto più profondi delle semplici storie infantili. Alcuni considerano le principesse Disney cattivi esempi di donne che cercano la salvezza in un principe, ma se andiamo un po’ più a fondo possiamo trovare grandi sorprese belle come Bella.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni